manunzio.it logo



A gratis è bello

La Teologia incarnata nel "verbo" Mercato è al passo con i tempi come sempre d'altronde. Merce dalla A alla Z come un emporio famoso via Internet. Sia. Tuttavia è nelle pieghe del Iddio Mercato (una volta le si chiamava contraddizioni di certo signore di Trevi) che la guerriglia trova pane (sarebbe meglio dire certe anatomie maschili) per le terga del Mercato, che l'appoggia in quell'altra anatomia che va per la maggiore uso dire, via Stampa & Regime al solito teledipendente a reti omologate. Sia. Evidente quanto l'interfaccia globalista luciferina neofeudale sovrananazionale usi certi loschi figuri tipo il sembiante d'un Soros e controparte nostrana Bonino in chemioterapia permante: non a caso. Chi la l'aspetti. E da queste interfacce che viene l'ideona delle migrazioni: sempre la Bonino aveva tuonato ed ottenuto che i "barcaroli" eterodiretti approdassero solo e soltanto in Italia, il lager ché ce l'ha chiesto l'Europa che sta di là delle Alpi, o meglio aldilà, ecco, del male ma non del loro bene con baffetto e braccio teso copiato dai legionari.
L'ideona in soldoni, via, è presto detto: eradicazione manu militari via barconi del popolo italico in primis, in secundis ibridare con gli uteri nostrani il meticciato senza diritti senza storia nè identità che al Mercato nella sua pazzia fianale via robot e genetica non vuole regole. Dice: cui prodest? Ma contro la Cina a scalzar il "sacro romano impero" in prima battuta e l'Asia tout court: come si permettono costoro? Ma l'iPhone (una su tutte) i bravi Yankee dove li costruiscono se non presso gli occhi a mandorla? E il cosidetto "debito pubblcio" degli americani e figurarsi noi del Vecchio(letterale) Continente chi se l'accolla? Ma i buon cinesi cui vogliamo la pelle a salve: vale a dire abbaiamo sempre noi occidentali che abbiam smarrito il fatto che "cane che abbaia non morde" più o meno, e ne conserviamo memoria di un cane che ci venne addosso mordicchiando il piede tempo fa, e non era cinese!

Migranti, Emma Bonino: “Siamo stati noi tra 2014 e 2016 a chiedere che gli sbarchi avvenissero tutti in Italia


Man fotografo dal 1969


Ps. La consorte è uscita in visita ad un'amica cui figlia ha dato continuità all'italica stirpe (!) ingravidata non di meno da giovane discendente afro algerino tunisino, e il fatto che il neonato ha pelle olivastra è già "buon segno" delle sorti magnifiche e progressive del Kapitale. Sotto la finestra cui si scrive due ragazzi fatti giovanotti di madre nostrana e padre afro algerino tunisino che poi andato via (per la parte?) la mamma italiana li tira su come può; in attesa che il buon Soros li fornisca (gli ibridi) di carte di credito naturalmente anonime e a prelievo illimitato che tanta gola fa ai "barcaroli" eterodiretti dalla Mafia di qua e di là del Mediterraneo



Yankee Go Home

Amerika (non scrivo perché ancora con kappa!) way of life. C’è da capirli gli Yankee venuti su per volontà dei “padri pellegrini” un po’ troppo frammassoni, ma tant’è. Un continente, grazie Cristoforo Colombo pro Vaticano Spa, spopolato ante litteram da malthusiana “decrescita felice”: vero geometra Giuseppe Grillo, in arte Beppe? E per far posto ai neo romani barbari europei poi ibridati americani. Paisà come Legioni di sanguinari macellai che, guarda caso, esportavano in illo tempore la “democrazia”. Niente di nuovo sotto il sole. Continente americano che nasce ben oltre la famigerata strage degli Innocenti di biblica memoria. Qui siamo a livello perfetto di sterminio dei nativi americani (scritto senza kappa) che ha aperto le porte di Aushwitz: d'altronde nel loro sangue bastardo i cosiddetti yankee son pur sempre mezzo sangue germano-latino. Una tragedia al quadrato!
Tutta sta filippica? Calma paisà, calma. Dunque vivendo costoro nel NULLA sperimentano qui cosa l’attende lì, vabbè post mortem…Figli del do ut des (non che noi da quest’altra parte dell’Atlantico siam da meno) della Teologia del Mercato con Wall Street and City of London suoi profeti, senza passato di vestigia e quindi senza storia, figurarsi il futuro, in perenne guerra con se stessi a sua volta “esportato” democraticamente al Mondo intero! Certo se a questa componente di base, ecco, s’aggiunge Sion ma tout court il cerchio infernale si chiude per chi intende.
E quindi paisà anche quest’altro cerchio si chiude con il link proposto dove del NULLA si parla di fotografia del NULLA, e nel caso di specie ambientato in tanto di backyard domestico; anzi se ci fai (ci sei?) caso paisà quella casetta degli attrezzi usata per lo stage a cosa somiglia? E lo sapevo non ci vuoi arrivare. Come dici? Dall’auricolare perenne che porti all’orecchio non ti arriva nessun input della regia da ripetere come pappagallo saltellante ammaestrato dalla giostra degli acquisti…ah peggio per te perché quella casetta altro non è che un loculo. Ma sì, ma sì di quelle carrellate di tanti film dell’orrore vacuo degli Yankee dei loro cimiteri, di cippi pagani qual sono e restano che manco Cristo gli toglie ‘na croce.
E anche stamani appoggiato con estrema precisione di fuoco nelle chiappe del Nuovo (dis)Ordine Mondiale, salutiamo. Alla prossima paisà!

Photographed Portraits in my Backyard Shed using just Natural Light

Man fotografo dal 1969

Ps. Nella messinscena noterete la cosiddetta fotografa, tanto in digitale che con Mamya 4,5x6 su pellicola à la page, muoversi ad altezza se non un po' di più della modella. Ahi ma so' amerikani: che dire di più?
Pss. Per gli imbecilli a telecomando la ripresa dall’alto, una volta con fisheye o grandangolo estremo di certe réclame e non solo, è segno di sottomissione (gerarchizzazione) del soggetto che non gioca da pari a pari, e alla faccia pure di H.C. Bresson!


Il cosiddetto mondo dell’apparenza in realtà Matrix capovolto ed appeso a ramo tragico. L'Appeso o Impiccato è la dodicesima carta degli arcani maggiori o trionfi dei tarocchi che nei mazzi più antichi viene talvolta indicato anche come Il Traditore


Syphilis sive morbus gallicus


Vedete voi il Nuovo (dis)Ordine Mentale che se le dà nei santissimi anatomici? Eh perde colpi è non più granitico come ai bei tempi, diciamo dal famigerato 1717 in qua o dai Savi di Sion e dintorni fiabeschi. Ancora un po’ nebuloso l’avanzo primario, ecco, della gente che sempre più ingoia la pillola rossa al posto della “celestiale” blu di Matrix memoria. Magaldi venerabile a salve ne infiliamo un’altra ed un’altra ancora, e sempre senza grembiulino bianco: a buon intenditor…
Si è detto la botta nei santissimi e non a caso. Influencer inoculatori di influenza, quindi, quando tra qualche mese la giostra degli acquisti (buongiorno Bigpharma come va?) e relativi vaccini si appresta a vaccinare con indicibili veleni il popolo (bue?) è tutto già calcolato, anche i cosiddetti “danni collaterali” o morti innocenti da influencer. Chiaro, no? E tanta la sfacciataggine che lo scrivono i satanici Ur Lodge sovranazionali, non a caso, facendo ricorso al Latino! Influencer ino + cul + atori prezzolati che, neanche qui a caso, in veste scarlatta del 666 o numero della Bestia, ha volto e body lato B e zizze femminile come quelle zoccole d’ogni sifilide infestate che per strada s’alzano la veste e mostrano il pilu! E anche oggi un’altra scalpellata al muro del Nuovo (dis)Ordine Mentale, che gioca, guarda caso, con immagine ottica: e noi qua stiamo di cosa scriviamo a giorni pari/dispari/festivi compresi se non di fantasmi ottici?

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”. Sante parole Ezra Pound, sante parole in questi giorni bui di transumanassimo: ma il Tempo è Galantuomo. Sempre

Influencers vs Instagram: Hiding Like Counts Sparks Tears and Controversy


Man fotografo dal 1969

Ps. In napoletano antico di una persona "sporca" tout court si diceva 'nfranzsat' o in/da francesizzato richiamo, appunto, alla sifilide


Finale del film Capricorn One dove l’unico sopravvissuto dello “amartaggio” svela l’inganno della missione costruita in studi cinematografici per ravvivare l’inganno planetario della giostra per gli acquisti di gente sopita (indotta a telecomando) e che “non crede più in niente” coccolata dal Mercato ché dice “extra consumo nulla salus”


The dark side of Moon (cinematografica)

Paolo Attivisiimo nome omen negli ultimi giorni ha continuato ancora nella sua parte nel raccontare fattarielli del famigerato sbarco lunare nel suo cinquantenario. Avvertendo che qui si dice tutta la messinscena pro o contra poco ci appassiona, anche perché si no acceso spento in out mi piace o non mi piace sono codifica numerica. E certo in un modo fatto di immagine (ologramma alla Matrix?) queste le puoi falsificare sino a certo punto, cinquant’anni trascorsi dall’epopea spaziale a telecomando sembrano al corrente giorno scanditi da web-telefonico una eternità. E niente esisteste sino a tanto. La messinscena s’intende. E non a caso il film a link è godibile, e la dice lunga sui “sogni” spaziali costruiti in set cinematografici, dove sono state scattate le immagini dell’allunaggio a fare paragone non a caso. Il resto è fuffa d’ imaginario posticcio!

Capricorn One


Man fotografo sin dal 1969


Ps. A 1.30.24 su Byoblu Massimo Mazzucco legge un post dal blog di Attivissimo ché un tale gli chiede: cosa cambia se siamo stati o meno su la Luna? Attvissimo in replica: Cosa cambia? Cambia che se cominci a mettere in discussione un fatto storico, e la passi liscia - dice - legittimi la messa in discussione di tutti gli altri”. Ma questa è becera “teologia” tralasciando lo stile mafioso di quel “se la passi liscia. Tutte cose che sembrano uscite da menti bacate tipiche della Congregazione per la dottrina della Fede detto ex Sant’Uffizio o notoria Inquisizione! E poi nati non foste per viver come bruti ma per seguire virtude canascenza, no?
Pss. Dice il grafico figlo di Sky che il film l'han trasmesso due o tre giorni fa...combinazione astrale pure questa!



L’eccezione che conferma la regola

Quando il prof era preso in castagna se ne usciva con il salvacondotto per ogni dove, de l’eccezione che confermava la regola. La Norma suprema, o fuor dai denti: “Voi dite ciò che volete che tanto la Norma è me…”
E così passata la sbornia del cinquantesimo del famigerato sbarco lunare (Capricorn One docet) resta niente o poco più che fumo negli occhi. E oggi con tecnologia e disincanto sotto la lente del “digitale” molto terrestre è ridicola ogni costruzione artificiale dell’allunaggio.
Sia come sia ci interessa poco o niente la disputa da bar sport pro o avversa tesi. Viceversa sono le immagini una volta tanta a valere più di mille chiacchiere.
Va da sé che cinquant’anni addietro, sì dietro per l’appunto, era più facile appoggiarlo lo strumento…televisivo alla Tito Stagno in Mondovisione letteralmente, di una prova sulla collettività che ha preceduto, molto dilettantescamente, un altro abborracciato “mondovisione” noto come Undici Settembre. Inganno totale colpo di mano planetario: putsch da impallidire Benito&Adolfo e certo pure don Peppino Stalin. E infatti sino a quanto si è avuto questi emeriti fra i c…non si è potuto giungere alla moviola di Internet e molto, molto buon senso e logica a smontare vite dopo vite la costruzione di un Nuovo Ordine Mentale e con esso gli Attivissimo di turno, i soliti prezzolati incalliti arrampicatori di specchi (deformi)

American Moon
Moon Lander Fabrication Analysis

Man fotografo sin dal 1969 (anno del Grande Inganno)

Ps. Del video in link di Mazzucco va tolto il polpettone indigesto della prima ora grosso modo per concentrarsi sul resto che è più convincente fotograficamente, ricordando che il termine complottista è una invenzione de FBI americano



Angelo & Angela


E meno male che gli “angeli” non han sesso! Incominciamo alla grande un lunedì di Giugno caldo già dalle prime ore mattutine, a Sud (de che?).
Sia come sia vi siete alzati come al solito, o col motivetto della colonna sonora in testa per la giornata (a volte più giorni) oppure un'immagine tout court. Ora come mai vi viene a mente, gli Angeli? Già come mai? Boh la prima reazione poi però...qui di certo non custodi.
Parentesi: ma l'immaginereste quanti ne sono secondo Catechismo quello di altre e lontani estati fa? Dunque due conti: pigliate, secondo visione cristiana si capisce anche se di alate creature tutte le cosiddette religioni più o meno ufficiali ne danno conto, settemiliardi e rotti di esseri incorporei (!?) “buoni” cui aggiungerete, però, agli antipodi, ecco, i sulfurei “ cattivi”. Mammamia e 'ndo li mettemo tutta sta 'ggente su a Tera? E meno male che sono aerei, gli Angeli, casomai sono dolori per i controllori del traffico aereo...stamani siamo di fioretto come al solito altro che spade, spadine e spiedini!
Chiusa parentesi dal Catechismo, veniamo a cose più terra terra, su. E allora la cosa si fa più visibile, sì, perché anche queste cose che veniamo a scrivere (sembro Totò Peppino e a Malafemmena...effetto caldo sorry) tutte le latitudini, miti o meno, ne dà registrazione: de che? Ma di una battaglia “celeste” e di carri infuocati (licenza poetica o censura per bifolchi da Vaticano Spa?) e di ali (alianti) naturalmente, angelicate.
Siché come tutte le cose anche la battaglia celeste di quel giorno ebbe termine: vittoriosi e vinti. E allora come oggi domani dopo domani e sempre: chi vince detta legge e scrive “storia” mentre glia altri s'attaccano al tram del desiderio. E qui siamo a fatti di certo peso. Anzitutto gli Angeli (de)caduti come pure le Scritture parla finirono nel bagno penale chiamato, appunto, Terra, a sigillo della loro sconfitta eterna senza riscatto:”Scacciati dal cielo, gli angeli sono caduti e non voleranno mai più fino al cielo più alto”. Cielo tutt'altro che metafisico e ci siamo intesi. E pare che questa Mafia, sì certo, perdete si attrezzò per vivere al meglio su questo pianeta, fabbricandosi per tutte le incombenze manuali, e chi secondo voi? Noi umani o meglio tanti umanoidi. Tuttavia come tutte le ciambelle qualcuna è venuta senza...buco anatomia a parte. Forse un Eki/Prometeo e molti altrri ancora nel corso della “evoluzione” umana ha partorito anche un Manunzio...
Passare al “moviola” almeno gli ultimi duecentomilannidistoria, e con che software montiamo la “storia” poi, come si fa? Montare...già intelligenti pauca verba come sempre paisà!

Man fotografo sin dal 1969


Ps. Tra le pagine a Web cui “casualmente” ci si è imbattuti non poteva mancare, citato proprio l'altro giorno, tale Giovanni Gastel da Milano, e suoi “angeli”. Tuttavia una foto, si presti attenzione, posto che qualcuno non usi testa a spartir orecchie, alla mano del buon “angelo”: notato niente? Eh c'era da aspettarselo da spartitor d'orecchio! La mano, guardate la mano dell'angelo: arto nero (cancrena fuliggine infernale post produzione?) indice e mignolo. Corna. Ahh il nostro Gastel per essere ciò che è deve, anzitutto, “glorificare” la Potenza tellurica che lo ha messo a cavallo (trovate immagine al riguardo nella sua autobiografia Un eterno attimo by Mondadori) a far carriera, certo in questo potrebbe tornare più che utile una tessera del tipo quella P2 di Berlusconi Memoria, o di Capo bastone che non vivono più in Sicilia, da mo', dai tempi dell'ultimo sorso della Milano da bere! Non citiamo fonte che non ce ne po' fregà de meno, casomai e se vi pare premete i ditini a tastiera e provateci

Pss. Il Cern di Ginevra quel grosso ciambellone con il buco però, dove accedono come “spettatori” i Russi che in superficie però sono “cattivi” e non così su la Stazione orbitale...pare lavorino a tutto tranne che per il bene cosiddetto, il ciambellone: una volta, infatti, fisici quantistici ravvisano il pericolo della creazione di un buco nero, da finirci tutti dentro, un'altra la possibilità data dalle grandi energie sprigionate, di aprire lo Stargate e consentire ai (de)caduti angeli di fare finalmente ritorno a “casa”. Solo che l'E.T. del caso lascerebbe nell'inferno più indicibile la Terra e suoi abitanti! E d'altronde dicono le menti superfini alla Falcone, che aveva capito abbastanza e fatto fuori a conseguenza, semo Goym: schiavi. Ahh benedetta Is-Ra-El uber alles per chi intende che il numero della Bestia è 666. E si vabbè alcuni vogliono 615: mah!



Non so da dove cominciare perché mancano le coordinate per articolare una qualche “riflessione”. Certo è che da un po’ davanti un’immagine (cartolina o reale scorrere quotidiana vita) qualsiasi provo una sorta di smarrimento, che non trova appiglio. Sono soprattutto quelle in bianconero che per loro natura ti costringono ad “immaginare” di più. A volte immaginare, meglio immedesimarsi, in ciò che si vede: cosa avrà visto Tizio o Caio mentre veniva fotografato? Cosa gli passava per la mente? Fotogrammi mentali di questo tipo.
Se poi sono immagini dell’infanzia (in sorta di legge della ricapitolazione) vissuta: tombola! Quando infine le immagini si fanno drammatiche, allora allo smarrimento s’associa una ipoventilazione alveolare e nodo alla gola, e vorresti gridare ma non è possibile.
Che strano mestiere si è scelto (!?) ci ha avvelato in modo sottile l’esistenza; come cecchino che non ne sbaglia una oramai vorresti trovare un po’ di requie ché non se ne può più

84 scatti di follia e di speranza nelle fotografie di Vallinotto

«Io mi dicevo: se vedo i merli dalle finestre, vuol dire che sto bene e a posto con la testa, se invece il cervello era tutto confuso, dipendeva dai giorni, era per i farmaci che mi davano». Angelo è un sopravvissuto. Uno di quei bambini che hanno passato l’infanzia in un manicomio"

“Se si tratta così il legno verde, che avverrà del legno secco?” Luca 23, 31

Man fotografo sin dal 1969

Ps. I matti li ho ripresi e a tutt'oggi mai pubblicati ché i fotogrammi sconvolgono anche me



Photo © Manunzio


Potenza manifesta

Facebook cos’altro se non la “vetrina” sul Mondo? Eccolo qui alle nostre latitudini e per l’intero Stivale. Anno Domini 2019.
Merce. Sagra paesana (come altrove) del signor Nessuno dal volto impossibile: eppure ci sono agenzie di “relazioni” pubbliche che imbellettano alla meno peggio (?!) gli anonimi e futuri consiglieri assessori… Universo modellato sui ritmi dei “social” a web. Faccia (feccia?) per l’amico ed amico degli amici. Mafia. Specchio che mette in scena il Nulla elevato a Potenza: eh che calembour paisà!
Vetrine dell’apparenza. Effimero se qualcuno ricorda il lemma, e de sinistra, inventato per l’estati romane d’antan dal sor’ assessore Nicolini. Preistoria. Sic transit gloria mundi

Mansueti, guerrieri o maneggioni?

Man fotografo sin dal 1969






Nella locandina del Silenzio degli agnelli (The silence of lamb) in italiano traslittera “innocenti” sulla bocca della vittima sacrificale in locandina vi è una una “farfalla” Monarca non a caso.
Se si cerca la voce Ferraro Paolo ex Pm vi porta ad una serie di video, oltre alla sua home page, in cui il magistrato narra di fatti vissuti in prima persona e di una “farfalla” manco a dire Monarca. Infine se alla precedente ricerca digitale Mk Ultra/Monarch le voci vi daranno a schermo “controllo mentale”. Centra tutto questo con la schermata della reclame iPaid Air? E che no! Se poi immaginate, ecco, che la Apple ha come simbolo una mela, appunto, morsicchiata...fine della trasmissione per chi intende che il Numero della Bestia marchiata è 666...mentre scriviamo da tastiera “morsicata”: ah che s'adda fa per i teledipendenti (perniciosa in versione minchiapixellista) ricordando essi (loro?) che: “Nati non foste a viver come bruti ma per seguir virtude e canascenza” e se lo dice il Rosacroce Dante: che dire ancora?

Man fotografo sin dal 1969


iPad Air
Progetto Monarch

Ps. Si diventa consapevoli (del luciferino inganno quotidiano) quando si guarda, proprio con la fotografia che fabbrica la "realtà" per la giostra degli acquisti, da tutt'altra angolazione

Pss. Se lo stesso marchiato Steve Jobs proibiva l'uso "estensivo" della sua diavoleria a nome iPhone (ma pure Android il simpatico robotizzo verde con antenne/corna) ai propri figli e dintorni: qualcuno si domandi il perché tra finzione & realtà e finanche in versione "aumentata"



"Having become reliant on “What You See Is What You Get” live view or EVF shooting, I now found myself struggling with the lack of instant feedback on exposure, white balance, focusing accuracy and overall framing. There were too many unknowns to deal with and I had to rely on two basic yet crucial factors to survive this session – 1) my own experience, skills and instincts as a photographer and 2) faith in the camera..." E noi cosa diciamo un giorno sì e l'altro pure?

Equipment failure in the field: a practical challenge

Man
Fotografo sin dal 1969

Mokatar




Dall' e dall' se scass' pur' o metall', letteralmente è l'insistere su qualcosa, il metallo qui è di certa anatomia maschile.
Apple la mela da dove scriviamo con il suo largo monitor, a latere il vetusto iPhone 4 abbandonato (che usiamo) dai figli per altri della serie più “perforanti” sembra il non plus ultra. La corsa, evidentemente per i signori di Cupertino è che anche su le nuovole ci si può scalare (!). Insomma verso l'Infinito e natural + mente oltre. E' la maledizione del “pensiero” lineare inventato dalla tragicomica coppia greco-romana che per noi che stiamo di qua del Mondo (cano che ci ho sotto i piedi del Faletti memoria) ci conforma. Certo che se ricordiamo pure giudaico-cristiana dei pilastri dell'Occidente, come dire: sono uccelli senza zucchero o c...amari. Così è. Se non che nella lotta delle Ur Lodge neofeudali cui si contrappone un Magaldi “progressista”...e lasciamo perdere, dovremmo vedere di guerra che di questo si tratta. E infatti la spartizione della famigerata torta (di potere) che ancora non ci ha inabissati nell'Armageddon, cammina sempre verso il baratro.
Sia come sia tornado a noi fotografi, ecco, qui c'è trippa per gatti per fermarsi un attimino e osservare da discreta distanza ciò che chiamiamo, appunto, Mondo...cano etc. Aria di saturazione, ohh l'hanno capito pure i Gilet Joune che tra poco passate le feste di Natale...allons enfants de la Patrie le jour del glorie est arrivé contre nous le Macron...manchurian candidate Rothshield:

“Apple “tradisce” i suoi fornitori, tagliando ripetutamente gli ordini per le componenti del suo prodotto di punta, l’iPhone, tutt'ora fonte di gran parte delle vendite e dei profitti” così il famigerato Sole24 Ore della Confindustria dell'attuale tipografo da Salerno Boccia

Apple, l’iPhone non decolla: tagli alla produzione e titolo giù

Man


Ps. Repetita juvant: questo Diary parla oramai da otto anni e di “fotografia” come nessuno sa e vuole fare (tengono famiglia) e che ben difficilmente (mai) vi trovate la conta o lunghezza del pixel...mire ottiche e pippe varie. Qui lo sguardo è, se vogliamo, attraverso la “fotografia” naturalmente digitale (più comodosa alla Forattini che ne coniò) allargare il cuore (sede dell'animaccia...) e pure fegato ed altre frattaglie umane, sul Circondario odierno, che non è un bel vedere. Infatti compito o mission (?!) fate vobis del manunzio.it è aprire gli occhi, coperti da spessissime fette di pessimo prosciutto, o forse sarebbe meglio aprire certe anatomie, maschili e femminili per chi intende. E poi fare (volendo) fotografie con più convinzione e per niente omologati, che è la vera tragedia odierna dei tengo famiglia


Accatta accatta. Così il verbo buy it alle nostre latitudine. Vabbene è un francesismo e non dei prestiti ma qualcosa di più profondo e radicato: n’est pas! E’ una settimana che non se ne può più. E finiamo con la nostra ben più che modesta dissociazione lasciando tutto lo spazio libero ed immaginabile, oltre la cortina del Matrix: obey? Ma manco per i c…osiddetti per chi intende che il numero della Bestia è 666!

Ore antelucane

Man


Ps. Scusate poiché latino giudaico-cristiano l’odierno dì è dedicato a Venere in tutte le sue declinazioni per chi intende, e mica si può festeggiare Freia-Frida(y) della mitologia norrena!



Immagini vincitrici di concorso, eh! Senonché al solito i fotogrammi non tornano, o per meglio dire sono in linea con lo spirito luciferino dei tempi.
Dunque la ragazzina che corre verso l’obiettivo? Assolutamente no: intanto il corpo. Notato niente? Anzitutto è avvolto come un toroide o se preferite le colonne interne dell’altare pietrino nella Vaticano Spa: a torciglione. Infine come corna, e si sottolinea non a caso, d' animale cervicapra. Secondo poi la mano sinistra, destra per chi osservi l’immagine: tronca. Terzo la spalla destra, sinistra per chi osserva assente completamente e manco l’ombra ne riflette. Quarto il ghigno satanico più che sorriso della “piccola”. Infine il vestito, che una volta invertito in negativo si mostra splendidamente rosso sangue da omicidio rituale. Un’immagine di apparente spensieratezza, solo che attraverso gli occhi e terminata in quel deposito chiamato subconscio…ecco e perché una fotografia vince! Colpiti ed affondati i soliti satanisti malthusiani

Children award

Man


Ps. L’immagine si iscrive nel mantra della desertificazione del globo a vantaggio di una minuscola élite multidimensionale a capo di non più di cinquecento milioni di esseri rimasti (su corrente sette miliardi di umani sterminati con ogni mezzo dai vaccini a l'aids et simila) in cattività come recita la scolpita Legge Georgia guide stone rintracciabile a Web

Pss. Di un caso analogo scritto cinque anni fa in commento su Foto Cult circa Sally Mann d’una sua foto in particolare
Sally Mann il post michele annunziata e il reply del direttore:“che nessuno critichi la lettura dei segni naturali espressa da Michele Annunziata”


more: Winner_SatanasI_III.pdf (0.56 MB)

search

pages

Share
Link
https://www.manunzio.it/diary-d
CLOSE
loading