Manunzio

Dieci piccoli Indiani




Era informatica e dieci anni sono un bel salto “quantico” . Infatti così iniziammo, prima scrivendo su le digitali tout court con notazioni personali su le “sorti magnifiche e progressive” dell'elettronica a base bit che ha sostituito l'argentea Epopea del Novecento, soprattutto fatto d'immagini bianconero. Siché dieci anni di scrittura giornaliera e più han visto gli ultimi due anni cambio di prospettiva o paradigma: dalla macchina nuda e cruda alla de-costruzione del fantasma ottico (Una piccola macchina...ha avuto più reale e profondo magistero su le anime...nata come fatto meccanico, è andata al sentimento e alla fantasia li ha mutati. G. Piovene Scrittori e Fotografia Ed. Riuniti).
Insomma in questo lungo tempo si è smontato rotella per rotella circuito per circuito atomo e sub atomo della Fotografia, divenuta nel frangente Fottografia. Sì da fottere partenopea: acquisti per gli acquisti, pixel per pixel che molti minchiapixel (conio da minchia siculo + pixel) nel tratteggio di quella bestia bipede corrente (morente?) correre dietro l'ultimo ritrovato inutile oramai; e se anche Leica per sopravvivere a se stessa carrozza sue inutile e costosissime telemetro di “pelle umana” di di fantozziana memoria (resto produzione è puro re-branding di modelli che gli costruisce Panasonic cui intrattiene dai tempi Quattro Terzi rapporti commerciali, a sua volta grazie la Olympus inventore del primigenio 4/3 poco capito dal pubblico di analfabeti di andata e di ritorno, trasmuta in Micro-Quattro-Terzi e sempre stellare ottiche Zuiko must otto-meccanica e chip) cosa dire ancora? Insomma sul Diary si è scritto e in prima persona grazie ad esperienza fotografica maturata lungo l'arco di cinquant'anni da analogica e digitale corrente Era: rarità o forse unicum nel panorama di merdume di riviste, una volta off-set, e suoi prezzolati metri, letterale, alla Jovine maniera nella Milano da bere che con-causa l'Incoronato virus (anagramma qui lieve per Coronavirus) è passata a peggior gloria. Spofondata peer sua stessa mano su le note di Ivano Fossati. Lombardo-Veneto a latere ma non troppo che a breve insieme al Trentino-Sud Tirolo di ritorno sotto il tacco dell'Austria-Ungheria di Franz & Soros come i bei tempi del Can Can concerto, Mouline Rouge di scollacciate soubrette nella Gallia latinizzata post cesarea. Il cosiddetto progresso secondo i babilonesi del Debito ab libitum.
E in questo squasso epocale, quinte di cartone scemografico, accelerato (poi dicono che il bisesto 2020 è invenzione, quando i detrattatori son i laudatores di Cartomanti Oroscopi e...) il funestissimo volge al termine del Primo Tempo del Gran Reset satanico, spartiacque di un prima e dopo mai più riavvolgibile time-line uman(oide).
Siché senza condizionamenti tessere partitiche e di logge “buone” di Magaldi memoria, si è dimostrato diuturno che un'altra via (altra angolazione) è possibile e praticabile del circondario; non di meno il pecorame attende salvifico il vaccino terminale che metterà fine, come la Fotografia, ad ogni velleità umana mostrandone, anche ai ciechi a telecomando, che il Re è nudo. E Manunzio.it questo ha fatto nel decennio che volge al termine: “Vox clamantis in deserto” senza manco feed back di ritorno!
Allora terminiamo di scrivere più, e non aggiorneremo più il Diary. Buona salute lì fuori, soprattutto mentale. Ah per chi corre dietro ai Ranieri Guerra Oms-Fauci-Melinda & Bill Gates di Big Pharma l'antivirus e pure gratis (!) c'è da duemila anni e più e si chiama: Caverna. Sì il racconto esiziale di quel mattacchione di Platone proto regista di “finction”!



Agatha Christie: Dieci piccoli indian
https://www.filastrocche.it/contenuti/dieci-piccoli-indiani/



Blue Beam Project

"Vi potevamo stupire con effetti speciali: lampi bagliori e fumo, sopratutto". Era il jingle di una pubblicità nei confronti della concorrenza autovetture che, evidentemente, vi ricorreva la controparte, effettistica per il pubblico beota. Anni fa? Mica tanto, certo ogni epoca ricorre ad effetti speciali, oggi 3D e più pene + trante. E c'è pure chi gode...
E la cosa, ossia il titolo, è l'attuale e prossima a venire, anche perché a furia di Dpcm la Commedia dell'Arte alias Sars-Cov 2 3 4...mostra tutta l'insussistenza. E come la “spallata” dei Dem contro il cotonato Trump non c'è stata, idem con patate, ecco, il virale argomento per addomesticare, anestetizzare lobotomizzare e ino + cul + are il popolo bue non sembra andare mica tanto bene, sebbene e soprattutto Stampa & Regime che ne racconta, ohh se ne racconta, cazzate a man salva da otto mesi in qua. Al riguardo si provi a seguire il Capo Pregliasco, cosa che facciamo a mo' di cilicio da dieci giorni in qua con ascolto di ore e ore Tagadà/La7 o fuffa conto terzi. Proprio così per interposta persona che ha tutto interesse, letterale: Bill & Melinda Gates Oms che occulta documenti e last but not least Fauci, di nome e di fatto.
Blue beam il passo successivo, via. Apparizioni laser nel più blu dipinto cielo, un po' come le proiezioni alla Nuova Cinema Paradiso, quando il proiettorista Alfredo/Philippe Noiret sposta il proiettore e fa scorrere i fotogrammi su piazze strade case del paesino dove si srotola la trama cinematografica.
Vero è che per la Rete delle meraviglie c'è già ampia anteprima di “celestiali apparizioni” mentre alle nostre continentali latitudini, pure. Međugorje ad esempio è maldestro tentativo bollato pure da Vaticano Spa, incazzato nero per il fatto che la sceneggiata è abborracciata, soprattutto quei sceneggiatori non devono essersi passati la “mano su la coscienza” simbologia usata qui da dove si scrive che in italico dire, senza tanti giri, è mazzette. Poi tutto s'aggiusta ino + cul + ando per l'abbisogna: alla cassa prego!


NB. Il filmato di Stampa & Regime (impossibile ma vero!) sputtana la narrativa virale e della Oms e dei tanti prezzolati “scienziati” novelli (Arconti?) affabulatori seriali

Virus e segreti di Stato
https://www.youtube.com/embed/3kLZLTtMYTQ&feature=emb_logo


Ps. Siamo ai confini di mondi e personalmente siamo di casa da sempre,d'altronde chi vince e scrive la “storia” ha la sua narrazione degli eventi e i suoi scheletri negli armadi che le tarme, dagli oggi e dagli domani, poi portano alla luce. E non è da escludere, anzi, che queste ossa al momento giusto ed opportuno sia della stessa mano che...


Se primo campo concentramento non fu allora chi fu, secondo campo non fu...

(Su questo Diary si parla solo ed esclusivamente di immagine, si capisce e per chi non ha testa a spartir orecchi, e più immagine di così si muore: ecco)

E siccome ci dicono che ala serie (!?) dei numeri è infinita vai tu mo' a sapé. La prima notizia si è già letta a monitor, ecco, è basata in Canada ora pure in Nuova Zelanda: pare somigliare a dei test per ino + cul +are al resto del terraqueo. Certo vero a scopo di profilassi si capisce, un po' come il boia che fa l'antitetanica al decollato, si sa mai una infezione...Campi di concentramento da impallidire quei bambinoni di Nazi e loro Lager. Storia che tragicamente si ripete.
Evidente che l'incoronato virus, Corona per l'appunto, è de facto il front-end di piani luciferini, i soliti babilonesi del debito del Grande Reset a pagamento si capisce che già il 4 (numerologia squisita) di Novembre, che fa mese 11 metti caso, sempre numeri, sia la Giustizia già sperimentata con altro 11 ma Settembre etc etc etc. E poi Anno Domini 2+0+2+0. Vabbene è l'Amerika Trump-Biden, sì, ma Mondo mai come ora. Il Tempo, infine, Galantuomo è. Sempre

La Nuova Zelanda istituisce "campi" di quarantena obbligatori per i pazienti COVID
https://sadefenza.blogspot.com/2020/11/la-nuova-zelanda-istituisce-campi-di.html

Virus, interrogazione shock di un deputato in Canada: “si preparano campi di concentramento?”
https://oasisana.com/2020/10/27/virus-interrogazione-shock-di-un-deputato-in-canada-si-preparano-campi-di-concentramento-video/


Ps. Per adesso sono due “segnalazioni” e si potrà gridare al complotto-negazionismo-plutocratico o come più ancora vi viene, per adesso Stampa&Regime tace poi via catodo a reti omologate spiegherà essere Campi terapeutici per isolare i soliti, mica un Treblika extermination camp, Auschwitz, Sobibor, Dacau e pure Risiera di San Saba. Vero questi erano per gli “ebrei” è fa Olocausto. I costruendo Campi Covid, pure di seimiliardi di surplus umano (che non serve più a niente) come impresso nel Granito del Georgia Rule?

Pss. Già nella prima fase della farsa coronarica qualcuno (Zingaretti?) aveva già avanzato l'ipotesi di tenere “separate” le persone soggette a virus, sempre quello dal “sen fuggito” Sino-american lab




1 2 1 0 1 4 9 2

No niente panico solo una stringa di soli numeri: perché? Ma perché “Non ci resta che piangere” di Troisi e Benigni. Ancora no eh, troppo presi voi che osate tenere una macchina fotografica in mano per produrre solo e soltanto MERDA, prodotta naturalmente da chi LIQUAME è de facto: Homo Merdosis. Certo merda fresca di giovani, si raccomanda di donne che la fa di certo gusto estetizzante non come i giovani maschi fotografi. Merda che più la remena, a queste latitudini uso dire, più la rivolti più emana pestilenziali effluvi, ecco, di merda ovvio. Merdosi fotografi giov + ani e con tanto di allure in forma di Siti, esaltati da critici prezzolasti lordi di fogne come le Zoccole, che li portano su palmo di mano. E se prestate occhio (fotografico) di giovane merda eterodiretta da centrali sovranazionali luciferini del mai dimentico sogno di Babele eccoli sempre lì: Torre che venne meno perché degli uomini veri (Prometeo ancora lui?) ne mescolò le lingue. Scritture Sacre Codice che ha edificato il morente, e datti na mossa, Occidente giudaico-cristiano-greco romano. Ecco ci siamo: romano. L'ultima vestigia che parlava non più il Latino caduto sotto le Invasioni barbariche, inscenate da sé tuttavia, il Greco Pensiero d'Occidente, non necessariamente Unico, anzi. Anno Domini 1463 cade Costantinopoli (seconda Roma la Terza è Mosca) e nel mezzo di un Massacro, sgozzamenti da non dirsi a cielo aperto: cose turche, ecco. Ebbene in tutti questi rivoli di sangue nell'Eburnea Torre i padri sinodali discutevano del “Sesso degli Angeli” alla letterale. Anno Domini 1463 finisce un sogno durato, appunto, millenni: niente su la faccia della Terra può a paragonarsi nel bene e troppo male romano. Ma come capovolgere le sorti? Con l'oro dell'America: El Dorato il prescelto di turno ricoperto di oro, altro che Goldfinger per chi capisce.
L'uovo di Colombo, no? Proprio così il genovese (la stessa bandiera l'hanno ancora in leasing ormai scaduto i furbi Inglesi, quando nel Mediterraneo il franchising, ecco, era nella Genova marinara e sua Nobiltà Nera virus per le altre teste coronate del Continente. Inglesi che si rivolsero alla Lanterna per essere protetti) lo standard dal francese e-standard. Uomo della Provvidenza il genovese (geno + ano?) che aveva studiato per Sette anni lassù in Irlanda-catto-francescana numerologia a parte, come (ri)tornare al Cipango inventata per distogliere l'attenzione: mossa di guerra senza scomodare Sun Tzu e sua Arte della Guerra. Colombo-Innocenzo VIII Papa da scrivere ancora oceani di cose. Tuttavia il Tempo, come sempre, è Galantuomo e il corrente Virus l'Extrema Thule dei globalisti luciferini, grazie al belame delle mandrie umanoide che vedono virus e malattie ovunque e Big Pharma strofinarsi le mani per tanto profitto insperato, forse.
Colombo & America bella trovata. Ultimo a dir vero ad arrivarci, finanche dopo i Romani (disegno ananas ville romana) che si condivano lagane di oraziana memoria con il sugo dei POMODORI e basilico, non già POMI – d - ORO delle fatiche erculee nel giardino delle Esperidi/Canarie e dintorni per l'appunto. Giochi linguistici, basta farci attenzione ché sta sotto il naso: TUTTO. Il Colombo, quindi, Gran Maestro che porta in dono le terre americane cui ricavare tanto oro da armare l'Ultima Crociata contro li Turchi 1463. Vero che in questo zelo ci misero molto più i Conquistadores i Pizarro, un po' più giù dell'asse equatoriale o America del Sud e con a latere i francescani tesi a cancellare, millimetro per millimetro un'altra storia, come la (ri)sistemata Stonage e ci sono pure le fotografie del “restauro”.
Colombo Cerimoniere della Loggia Europa, dei Re cattolicissimi spagnoli e il placet di Vaticano Spa, proto-assassini dei nativi americani che la sapevano lunga, non aveano la cervicale e sapevano guardare benissimo il cielo: vero Hopi?
Arrivano tardi Troisi e Benigni nel film troppo tardi per fermare i gusci di noce a nome Tre Caravelle (vero volto in ispanico?) la Nina la (di)Pinta e Santamaria grazia al piffero. Anno Domini 1492 addì 12 Ottobre: ieri oggi e domani ancora. Inglesi da Slittamento Vocalico, gran furbata, altrettanto virus creato a tavolino da ceppo latino-normanno-francese per i nostri e del Mondo Nuovo America; precursore del Nuovo Ordine Mondiale, trionfo delle sorti magnifiche e progressive del Kapitale/Kaput/Finis terrae. Americani inglesi che invece di tributare onori ai loro Uomini d'arme e ingegno, ci frega poco delle donne, specie le notturne passeggiatrici Lilith, proprio oggi dodici ottobre festeggiamo il Colubus Day: contraddizione? Tutt'altro e preconizzato a tavolino da Italia: Ai-lati anagrammando e c'entra in ogni minestra delle umane venture purtroppo. Ma come diceva il Maestro Alberto Manzi “Non è mai troppo tardi” per redimersi in Corpi Incorruttibili, altro che robot. E noi veri fotografi tiriamo dritti (Essere non Avere) e non fotografiamo MERDA spacciata per oro; si auto-rappresentano in maniera compulsiva-egocentrica-narcisista da Tso (Trattamento Sanitario Obbligatorio Legge 13 Maggio 1978) come quella “signora” in autoritratti femminili onirici, meglio satanici, prontamente esalati da un Jodice qualsiasi, a modica cifra. Signora che compare pure come “esempio” di Siti a pagamento va da sé. Dpcm tout court, quindi, infiniti promulgati nottetempo in spregio Costituzione da un Tale di canuto pelo: Mattarella siciliano

Usa, Columbus Day senza celebrazioni. Trump: "Un grande italiano, basta attacchi
https://www.repubblica.it/esteri/2020/10/12/news/columbus_day_usa_cancellate_celebrazioni-270290339/



Si io fossi foco

Il Cecco Angiolieri di scolastica memoria, offre il destro ma pure il sinistro: farne cosa? Ah ma allora ditelo che siete fessi...con il cuore! Fotografia e “macchine”. Vero se ne parla sempre meno di ferraglia-vetro e chip (non si mangiano casomai sotto pelle per un qualche controllo a debita distanza s'intende, l'umanoide ci tiene a fare Iddio ma prima o poi si rompe corna e zoccoli almeno per mille anni) però nello sfogliare il Web, eccoti l'esatto contrario. Panasonic S5 (video-camera e molto) continua la sua marcia nel segmento L, joint venture con Leica aè tiè tiè e Sigma pragmatica di alternative le classiche lenti, anche di strani cubi detti fotografici: de gustibus.
Breve solo a vedere l'immagine il riflesso pensiero dice che è un fatto serio. Capiamoci: Panà & Olympus portano avanti l'idea del Micro Quattro Terzi, ambedue provengano dall'originario Standard Quattro Terzi per buongustai per chi capisce l'anima della Fotografia, qui declinata a base bit.
Panasonic, non prima del salto del Cavallo, convince già come immagine nella sua nuova S5 formato Full frame, che non ci riscalda il cuore, però fossimo fessi à la page, senza ombra di dubbio saremmo della partita.
E dunque veniamo alle corti. Se io fossi...nudo e crudo ma pur sempre, s'è detto, fra i “veri nais” adepti del Mercato Panasonic sarebbe mia. Non un ratto quanto un gatto, è venuta benino e se non vi piace la rima, fa lo stesso. Manunzio è così da dieci anni qui su la Rete delle mirabilia. E si può permettere lo sputtanamento del terraqueo fotografico, Milano da bere compresa: vile tu uccidi una morta gente (fotografica)!
A chiudere, si può provare a metterci mano e poi sentenziare, no? No e perché mai se oltre al tatto la S5 vi è l'intuizione (sesto senso?) che l'affare per le mani è giusta misura per fotografare, sino a certo punto poiché l'attrezzo è tagliato su misura per i video-maker "veri fain". Certo la macchina c'è poi bisogna vedere il manico, che a quanto leggo e vedo non vende Panasonic né altri. E se lo viene a sapere il signor Mercato...uhh. Intelligenti pauca verba, va!


Ps. Chi scrive con oltre mezzo secolo ininterrotto di prassi fotografica, avendone viste di tutte e di più, il fascino o meglio la sostanza si vede già da come congegnata. Oscuro? Mica tanto. A tutti capita di assistere ad anteprima catodica più che cinema (mascherina?) e tra quelli che sono di natura cartacea (critici a pagamento) attendono il parlato e l'intreccio per dire che c'è storia. Viceversa chi intende pur sempre d'immagine bastano i primi dieci secondi di apertura e guardare la luce, sostanza per eccellenza tant'è che adesso come adesso con musica (senza manco una sillaba) te ne fotti dei critici prezzolati, e ci fai un filmone; se c'è (luce) si prosegue altrimenti intreccio o non intreccio cambi canale o spegni per un cartaceo libro, l'ascolto della Radio alla Finardi maniera



Pinocchio e naso (Lucania - Italia)
La stessa Armada dell’Undici Settembre costruito in grafica 3D ci ri-provano con Covid-19, acclarato in ogni dove tranne che sul catodico tubo per video dipendenti a telecomando, essere ingegnerizzato, Montagnier Premio Nobel docet, in laboratori Sino-Amernicani nell’Anno Domini 2019, ed ino +cul +ato in questo semestre funesto e bisesto 2020: sic res stantinbus.
E poiché qui si parla, ancora una volta lo si sottolinea, di Immagine nostra “materia” da oltre mezzo scolo (très chic che dire cinquant’anni e più) il giochino è esilarante quale Spaccio della Bestia, nonché conoscitore delle Scritture fondate l’Occidente morente: quanto ci mette!
Siché mai come ora una “foto” vale miliardi di cazzate via Oms e suoi lacchè tipo Speranza, Ministro della Salute!

Ps. L’articolo è preso da un free-paper insospettabile per la Task force di Regime (non si chieda all’oste se il vino è buono) contro le Fake. Anzi più la ‘ggente s’accorge del bufalismo di Regime, amplificato dalla solita triade Repubblica-Corriere.Stampa sionista da Torino nonché cammellate truppe MediRai e Mentina di La 7, più i gobernandores tipo Conte zio Nonelettodanessuno la sera per la mattina scrivono da impallidire le manzoniane Grida (da ultimo un supermercato frequentato, dopo metal-detector,body scanner, telecamera ad infrarossi e termica, gel igienizzante ante acquisto e post,mascherina omologata di tabaccaio, due metri di distanza, ora ante ingresso pure la pistola termica per il controllo temperatura corporea, che nel caso non superiore ai 35,5) l’annichilimento pro popolazione (questo la natura del Covid-19 dei malthusiani tout court, mentre al contrario per i risibili ricchi continuano, per ora, verso l’Infinito e pure oltre per non annoiarsi della “finitezza” infinita. Niente di che in salsa transumana, espediente da quattro soldi per sfuggire alla Grande Falciatrice, cui confronti sti signuri se la fanno addosso: letteralmente

Pss. Domani 10 Giugno 1940 da Piazza Venezia il Duce (manganello e olio di ricino) dichiarava la Seconda Guerra Mondiale per l’Italia “proletaria”; si sa com’è finita e pure in replica il Covid 19

Allegatoarticolo ControSenso



Due dopo il primo preannuncia il tre

della serie “infinita” dei numeri. Ma darli è tutt’altra cosa di questi tempi coronarici e scientismi ca pummarola ‘ncoppa televisiva, di TSO a telecomando. Trattamento Sanitario Obbligatorio in tutti quei casi che un soggetto in “escandescenza” fuori dalle normali convivenze di gregge (perché pecora è bello) bisogna di puntura ed elettroshock quanto basta a “sedarlo”: colpirne uno per educarne cento, slogan del Sessantotto e dintorni riappropriato dal morente Potere ino + cul + atore di pandemie.
Un passo indietro e si comprende l’importanza. Ricovero coatto...trattamento sanitario obbligatorio si intendono procedure sanitarie normate e con specifiche tutele, in genere di legge, che possono essere applicate in caso di motivata necessità e urgenza clinica, conseguenti al rifiuto al trattamento del soggetto che soffra di una grave patologia psichiatrica non altrimenti gestibile, a tutela della sua salute e sicurezza e/o della salute pubblica” così l’immarcescibile Wiki.
Papale papale: pazzia atto contro la “norma” del (dis)ordine (pre)costituito. E sino a qui ci può’ stare (!?) senonché da ultimo, e solo per adesso, il TSO è stato ino + cul +ato ad un parroco!!! Mentre il giorno prima ad un povero diavolo siciliano, sbattuto su lettino di contenzione, come prima più di prima, manicomiale, lager di detenzione (li abbiamo visitati e fotografati una quindicina di anni fa e di sofferenze indicibili, di disumanizzazione siderale) per chi ha la colpa di essere “uscito in fantasia” la bella espressione partenopea che poco rima con rituale coronarico di Mengele memoria


Gazzetta Ufficiale Legge n. 833 del 23 dicembre 1978
Così don Gianluca è stato prelevato e portato via. Per il reato di “diverso pensiero”
Ravanusa, "La pandemia non esiste", e gli fanno un tso. Il caso finisce alla Camera



Due + Due fa sempre cinque

Lo vedete? L’Iddio universale la perfezione cosmica la numerazione stellare come sfere celesti: tic tac, tic tac. Ah che bello la perfezione: due più due fa cinque. Vi vedo perplessi, ma un passo indietro che poi vi toglie la voglia di essere quel che siete: conformisti.
Dunque Anni Settanta Magistrale: sì Manunzio sarebbe un maestro scritto in minuscolo altrimenti si incazza il Magaldi e “fratelli” (sorelle no?) con grembiulino massonico va da sé. La prof di Matematica, qui caps letter ci sta tutta, all’ultimo anno, allora erano quattro il cursus, pontificò:”Ragazzi nella vita vi bastano le quattro operazioni”. Che dire? Altro che crolo di Muro berliniensis, scoprire che la Madonna…Ma come i teoremi, i postulati o dogmi laici tipo sesso degli angeli, e centottantagradinternideltriangolo, gli iuppsilon ics e zeta? Crollati miseramente. Quel che è peggio croallava che la “matematica” serve a ragionare, ma come scritto altre volte, serve ai ragionieri di Casoria…
Insomma una tragedia che il triangolo costruito su, un corpo immerso in un liquido, Eratostane e suo calcolo circoferenziale per misuare la Terra, per un punto passa...due rette parallele non si incontrano mai e poi mai. Veniva giù in definitiva tutta la “matematica”, euclidea si capisce. E meno male che in filosfofia, quanto a speculazione dal latino speculum, eh avessi voglia il Manunzio…
Solita tiritera poi mica tanto di come le coazione ci conformano: ripeti e ripeti come diceva qualcuno e qualcosa rimarrà attaccato come le fesserie anzidette. Ci spieghiamo. Se fino al giorno prima, corrente Pandemicus Anno Domini 2020 bisestile, il metraggio imposto nelle relazioni interpersonali, causa l’inneffabile e soprattutto invisibile virus, consentiva certa “protezione”(de che?) e nel momento in cui a salve si parla di ripartenza (altro giro altra provola?) ci si aspetterebbe (due più due) la metratura non cambi: e invece zacchete beccatevi due metri. Immaginate la cosa, chessò al bar: e quanto lungo sto bancone per il caffè? E invece di agevolare la ripartenza, raddoppi la metratura che, oramai evidente, più del contenimento virale (sto virus sembra un’araba Fenice, che esiste ciascun lo dice dove sia nessun lo sa) è per evitare che le energie umane, non parametrizabili caro Odifreddi bello e nichilista sopraffino, l’un l’altra si coalizzano per la rivoluzione. Sanno bene, anche Magaldi fintotonto, che le puttanate (da tre mesi in qua) a mezzo Stampa & Regime sono come oro di Bolgna: patacce che diventano nere per la vergogna una volta tolta la patina dorata. E come vedete il nuovo “universo” concentrazionario o lager papale papale: due + due fa cinque, sei sette pirandelliano: così è se vi pare (dopo avervi vaccinati di non si sa cosa però l’importante è finirvi). Forse ancora meglio: Uno (miliardo) nessun (miliardo) o centomila palle quotidiane per la ri-partenza: ma come il giorno prima nun c’era na lira, anche perché celochiedeleuropa, mo’ esconono da sotto il materasso? Falso a mezzo stampa!

Rassegna stampa AD 2020


Ps. Nelle prime tastiere pesanti ed impossibili stile IBM il tasto del maiuscolo era indicato dalle lettere Caps, dal latino Cap(ital) letter quello stesso usato nelle steli e iscrizioni vario titolo su pietra del mondo romano per fermarci a questi



Specchio virtuale, no?

Finalmente e senza manco scomodare un esorcismo para-televisivo d’antan: il Diavolo c’è e lotta (contro) di noi parafrasando un vecchio leitmotiv sessantottino. Insomma vivo e in carne e ossa; certo quell’odorino che solo nasi fini riescono ad avvertire, quel Zolfanel N° 5, è lui non ci sono dubbi. In pratica mai come questo moneto storico si manifesta con il faccione, prestato, di Albertone e suo quanto mai attuale Marchese del Grillo: "Io so io e voi nun siete (che) un c...oronavirus”. Eccolo liberato dalle catene pascere e rimirarsi nello specchio: ma ti ho scoperto e non da oggi “mascherina” per l'appunto. Certo poi quanto di “casuale” e programmato che se non è zuppa pan bagnato è, fate vobis tanto è esilarante la pagina ad incipit di questo post ennesimo. E per inciso andate voi a leggere i siti di “fotografai” à la page, se hanno fegato, ecco ancora, di dire ciò che a giorni più o meno pari il Manunzio più che apri bocca scrive? Merdaglia di una Milano da bere, il vaccino di Bill & Melinda Gates via Oms.
E, sempre l’immagine sovrastante, guardate il faccione truce dello Chief Commander del Who: sì, proprio così “chi” nella neo-lingua di zolfo che è il cosiddetto “inglese” basta prestare orecchio. La prossima pandemia. Dice.
Ora facciamo uno scarto di lato altrimenti vendiamo fumo. Passiamo trequarti (e na gazzosa) del corrente tempo (coronarico teleguidato) su la Rete, che dovrebbe essere tautologicamente, insita, virtuale: ma che! È il mondo “esterno” che più virtuale non si può con suo bau bau micio micio a reti omologate e dati taroccati (potere delle paure dette e scritte in continuo). Insomma la virtuale Rete è la realtà, mentre questa via stream(ing) è spaccio della Bestia! S’intende che effettivamente chi ha mens sana in corpore sano può farsi opinione della “pandemia” cum grano salis leggendo, ascoltando e immagini a corredo via Web; per esempio vi deliziate dell’ inventore, diciamo così, del antivirale umano, e più ancora, economico (!) e non già i trentasecondi come fosse réclame che Stampa& Regime (diffusore reale ino + cul +atore del virus che tale non è, altra cosa a che fare con nanotecnologia militare) catodica in primis, di una genialata italiana: plasma umano che contrasta malignamente i piani di Bill richiamato Big Pharma etc etc etc: salute, che se ne va a bella posta per ci capisce!
Evidente e finiamola qui che tutto è già stato programmato, e ne trovate ampie prove su la Rete, tra i fautori millenari del debito babilose, che tiene in catena tutta l’umanità, e chi più che togliere le catene (mica so fessi) vorrebbero “allentarle” alla Magaldi. Sì perché se non si abolisce la Proprietà Privata siamo alle buffonate di Logge che combattono altri “fratelli” per un posto al “sole”. Il resto è fuffa!


Ps1 Immagine di copertina che si presta a mille e una notte (!) di interpretazioni foss’anche solo indiziarie, giacché non tutti processi si esauriscono nella prova provata della canna di pistola per i soliti pistola alla milanese. C’è tutto ivi compresa quella troiona Lesbica di uno specchio più che “virtuale” in realtà “reale”: sì buonanotte e mica tanto boutade. Il sonno (della Ragione) ha generato, meglio partorito il Coronavirus, che ad anagrammarlo è puro divertimento, luciferino s’intende

Ps2 “O ci date tutto quello che vi abbiamo depredato dal Babilonia in qua, anzi, con gli interessi o vi ricreiamo un altra “pandemia”, così l’eterodiretto Chief del Chi/Oms. Coronavirus come front end del retrobottega di assalto finale alla Terra e suoi sventurati abitatori, di persone normali; viene a compimento, in eterno ritorno, la celeste battaglia primigenia e degli “angeli decaduti” cui pure le Scritture, a modo suo, narrano di messaggio in codice per chi intende; e noi da mo’ che l’abbiamo capito il gioco!

Ps3 E tutto un conto la posta in gioco del "virus" di una strategia che viene da lontano: siamo numeri no? Nient'affatto ma il diavolo, ci mette coda non a caso
"Coronavirus, l’epidemiologo computazionale Vespignani: “Approccio scandinavo con over 65 sacrificabile inaccettabile nei paesi latini”
search
pages
Link
https://www.manunzio.it/diary-d

Share link on
CLOSE
loading