Manunzio



Surriscaldamento totale

E di certo non ci si riferisce alla vulgata detta “effetto serra” o dell'umano, che pure ci emette del suo, ad inquinare Gaia: ma sì chiamiamola pure noi così che di sto passo diventiamo, purtroppo, Venerabile della Loggia “uccello d'oro”. Niente male e stamani andiamo come un treno, accelerato sebbene déjà-vu.
Il caldo se ne andato e avanzano ancor più i Quattro Cavalieri dell'Apocalisse, alcuni con mascherina (piena di batteri inespirati) altri con una bella siringona piena di ogni ben di Iddio, ecco, non già contro l'inesistente Covid-19 bensì l'Umanità troppo numerosa: vero immaginifico supporter Salgado?
Terminati i messaggi in codice, eccoci alla fresciaacce mattutine, che fossero del solito Manunzio: che dire di più? Il fatto è che dopo la boutade o la cosca (scoreggia) galattica Canon, in caso specie, assolda qualche buon tempone per far ingoiare più della pillola il rospo. Canon ci prova a gettare acqua sul fuoco dei sensori che si riscaldano! O meglio a dare l'illusione, si perché assoldato il solito faccino pulito, questi se ne esce con il dire: si vabbè ma noi siamo fotografi fissi, così l traduzione dell'ilare Google translate dalla “lingua” detta inglese alla nostra del Poeta Rosacroce.'mbé il solito acefalo: sarebbe a di? Senza scomodare Adamo ed Eva, iniziatori della storia, siccome siamo “fissi” uno scatto non farà riscaldare il sensore: t'è capì mentre si avvia alla cassa.
Finalino con moglie ubriaca (che schifezza!) l'uva nell'orto e imbottigliata in cantina, e. E qui l'espressione sempre greve popolare ma che ci sta tutta: un c...in c...no?


Forget Video: A Review of the Canon EOS R5 for Stills Photographers
https://petapixel.com/2020/08/05/forget-video-a-review-of-the-canon-eos-r5-for-stills-photographers/

Ottimismo (teleguidato)

Reptita juvant: al cinema una volta e rare volte davanti al tubo delle mirabilie, pochi attimi per capire se la “fotografia” c’è e plausibile seguito della storia.
Così e allo stesso modo certe notizie. Ora l’uso corporeo in forma di sentenze popolari è di gran lunga meglio di una riflessione di Heideger: la merd’ chiù la remena chiù puzza. Se la rivolti più volte spande ancor più olezzo! Il Sistema che i “socialdemocratici” o imbianchini di quello tendono a tinteggiare (cura peggiore del male) non è più possibile e giocare ai Keynes. Il babilonese Ordine lo si abbatte, sua immonda creatura a nome Proprietà Privata stupro primigenio, che quello contro le “donne” (evidente l’interessata scala valoriale a telecomando su reti omologate dei soliti acquisti) è da impallidire. Ma come si fa senza lo Sterco del Diavolo? Si fa si fa: “In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli” Matteo 18, 3.
Ergo a che pro questa pigliata per culo nei confronti dei servi della gleba (ritornati al medio evo globalista senza l’incomodo porpora a corredo, chiesa)? Più dell’Apocalisse, che non è na barzelletta quanto trista verità finale, si è al Redde Rationem paolino in tutto il suo dispiegamento. Infine e non ultimo, chi può assicurare che il “data base” non sia una schedatura di massa (fotografica) alla Facebook-Cambridge Analytica: America way of life, no?


Photographers Across the US Teamed Up to Shoot 10,000 Free Headshots for Unemployed Americans
https://petapixel.com/2020/07/23/photographers-across-the-us-teamed-up-to-shoot-10000-free-headshots-for-unemployed-americans/

Nero muove e vince, forse

Cambiando l'ordine dei (ad)denti il risultato non cambia, così il manthra scolastico della “matematica” che fa ragionare, con i piedi. E così questa estate scorre tra puttanate del catodico e coglionate a man bassa pandemici: chi si diverte gode. E mo' vai tu a sapé se così è se vi pare, che Pirandello ci viene giù di buon mattino cacio sui maccheroni, ecco.
Un volta era lo sporco negro oggi il bianco, maschio fate bene attenzione che le femminine invece sono uteri, questi si, in affitto per generare una razza bastarda utile al Capitale: altro che sottoproletariato di marxiana memoria. Cazzate per l'appunto ma che la giostra degli acquisti scientemente costruisce step by step. E dall'inglese all'America way of life il passo è breve. Un'altra del Potere, che gli frega una mazza di questioni colori-fiche della pelle, del sempiterno Divide&Impera coniato da quei primigeni “amerikani” cum scutum et gladio: romani contadini che sapevano ben usare le mani; infatti. Facitori del global way of life a base latina. Solita boutade? Può anche darsi, però ci occupiamo, come al solito, d'immagine. America& Immagine a dirla per intero. Hollywood, party si può aggiungere senza scomodare Peter Sellers dell'omonimo film.
Amerika degli Antifa(scisti) prezzolati e teleguidati. E in Rete c'è l'imbarazzo delle verità opposte al mutismo del catodico: ben fatto Soros, front end di squamati ed indicibili esseri che muovo il palco del Mondo (cane che ci ho sotto i piedi di Faletti memoria a Drive-in passato in cavalleria).
Suprematismo Nero è bello? Ma sì certo, finalmente una Dark Lady su la Fiera della Vanità, ecco, fotografata la nera bogomba da un fotografo altrettanto nero: art director? Bogombo nerissimo, e impaginatore altro bogombo nero nero. Tutto Nero. Faccetta nera si è messo in proprio: brava e si e detto e scritto l'altro giorno. Bogombi di tutto il Mondo unitevi e...attenti alle chiappe, già perché il Potere bianco-nero-giallo-turchino...passata la sfuriata iconoclasta torna come prima e più di prima e via robot: benedetta Babilonia e usura bimillenaria. L'ora delle Tenebre!


A Vanity Fair First: Black Photographer Shoots Cover
https://www.rangefinderonline.com/news-features/industry-news/a-vanity-fair-first-black-photographer-shoots-cover/[/i]

Ps. Tutta sta ammuina per far vincere un arteriosclerotico bianco (!) a nome Biden: so' ragazzi a telecomando sti ameri + cani via bonaccione Soros e altri del backstage Stars & Stripes

Last Update

“L'analfabeta del Futuro non è colui che ignora l'alfabeto bensì la Fotografia”. Inteso come strutturazione, codice con tanto di grammatica/sintassi signor Roland Barthes e segaroli associati. Divenuto un manthra, ripetuto da mane a sera al cospetto dei tanti eterodiretti dal catodico e via smartphone, eccone la dimostrazione solare di come il caso “nero” americano si dimostra in tutta la sua abborracciata costruzione, senza dire: ma che influencer borgataro prezzolato ci ha Soros & Co?
Breve: sottoscritto, come di prammatica per ritornarci poi in un secondo momento, arriva l'avviso del Dario Photo blog, il fotografo della Nera copertina di Vanity Fair. E dato consenso alla richiesta di iscrizione: tadaaa il sito is Expired. Siché meglio tradurlo letteralmente dal latino: (e)spirato. Termine tempo. Morto: bisogna continuare?
Le bugie signor Soros hanno le gambe corte. Sempre. E altrettanto il Tempo che Galantuomo è. Sempre. Eppure bastava che negli Anni Sessanta (lei ex nazista interdetto dal risiedere nella sua Ungheria) fosse interdetta l'istruzione universale, e al corrente Internet de Noandri, senza spendere patrimoni in (finte) campagne di “dritti” per avere appecoramenti inimmaginabili, tanto in Amerika quanto nel Vecchio ed esausto Continente: gli errori, come vede, si pagano Soros front end di entità “aliene”. Giù la mascherina, pandemica o meno che il gioco, qui ed ora, è terminato. Anzi no: Expired


Nb. Nell'immagine UNO la richiesta di conferma sottoscrizione, mentre nella DUE il risultato della “costruzione” Antifa in chiave anti Trump e non solo, dei soliti babilonesi “a debito”

Lotta di classe a Beverly Hills (si vabbè)

Si potrebbe (ri)cantare così: “Faccetta bianca bell'europea aspetta e spera che già l'ora si avvicina quando saremo vicino a te (meglio sopra e turgidi) noi ti daremo un'altra legge ed un altro re...ti porteremo in Africa liberata e sarai faccetta nera come noi. Faccetta bianca bell'europea (pure americana stesso prezzo) vedrai come in sogno tante navi (odierni barcaroli bianchi pure via Soros?)...Dite? Tutt'altro che il caldo tutt'altro, siamo alla fuffa orchestrata per Biden al posto di Trump, da non credere eppure è così. Squadristi neri in pari divisa che si alzano la mattina e per uguaglianza: zacchete sporco bianco. E vale a dire? Polizia go home, statue go home valori go home: robot sei tutti noi, no? No anche perché a questi bogombi ululanti da un albero all'altro come tanti “primati” sfugge come e proprio gli squadristi della prim'ora, negli Anni Trenta dell'italico Fascismo (ben visto dagli Yankee di Wall Street per non dire i City of London dirimpettai)che stabilizzatosi ed imborghesito relegò le cape pazze dello squadrismo nel MVSN (Milizia Volontaria Sicurezza Nazionale alias post Questurini neonata Repubblica al corrente Polizia di Stato che da quella, per l'appunto, discende). Il gioco è chiaro, no? Ah ma ditelo che siete imbecilli glorificati (top e già scritto) e che ci vuole a ricordare la Rana & Scorpione di Esopo memoria: chiaro? No eh, ma allora fatevi in c...dove non coce 'o sole! Ammuina iconoclasta, meglio lotta di classe, guarda caso, a Beverly Hills alla #ToMe a pagamento lattifero per chi intende che la Bestia sempre 666 fa e di sti tempi in cui d'estate i virus vanno in vacanza: gnornò babbei, con o senza mascherina!
Vogue Slammed for Hiring Annie Leibovitz for Simone Biles Cover Instead of Black Photographer


Ps. Un giro su Web che se state a sentire il liquamosi di Stampa & Regime e catodica mo' mo' arrivate, vi si apre il retropalco di chi generosa + mente finanzia i bogombi neri: una volta gli agrari-Fiat dello squadrismo fascista, oggi le Apple Windows...e poi urlano sti africani però americani, parce que la classe n'est pas de l'eau, contro i bianchi. Buttano giù statue senza dir che colpendo Colon-Colombo si tagliano i santissimi; infatti del perché è nella “festa” nazionale” il 12 Ottobre di ogni anno ameriacano, il Columus Day: certo il “colombo” o meglio ancora la colomba babilonese...


Eloquente immagine di ciò che era la diretta Coppa Italia, Napoli-Juventus, le gradinate alle spalle tanto dei partenopei che juventini completamente vuote: senza nessun supporter

Giuoco (virtuale) Napoli-Juve
Non colui che ignora l'alfabeto, bensì colui che ignora la fotografia, sarà l'analfabeta del futuro.
Walter Benjamin


Partita di Coppa Italia sopportata a fine solo del primo tempo, anche se chiaro che “letali” napoletani più dell'acquea a sponsor avrebbero incasellato il risultato.
E vi siete accorti: di cosa dirà l’inviperito juventino contro il Sarri coach che non ne imbrocca una? No eh.
Flash-back, a casa i figli han giocato a calcio virtuale in primis con Amiga, computer grafico di trent’anni addietro in sorta di Ritorno al Futuro, in seconda con PlayStation succedutosi negli anni e grafica a complemento. Anzi a volte con l’allaccio a schermo gigante tivvù la sensazione di assistere una partita “reale”. Certo detta così non se ne esce, ma se usate pazienza e testa in fine capirete, volendo.
Ora tra la PlayStation e circondario terrestre nessuna differenza? A prima vista sì, anche se quando la mattina appena alzati la visione sa ancora di nebbie sonnolente, c’è bisogno del classico caffè a rimettere ordine fra questo (sonno) e quello (circondario terrestre).
Siché anzidetta formato Coppa Italia grazie alle mirabilie di Mamma Rai, che non lascia mai i figli suoi eterodiretti su le note di Lucio Battisti ne il Veliero, crea spettatori su gli spalti (che le norme non vogliono più della peste Covid-19) agitanti più che bandiere, rigorosamente Tricolore patriottardo, presi dal ballo di San Vito lungo l’arco della partita. Finto che più non si può, tant’è vero che le riprese in replay del match mostravano spalti nudi più del Re, anzi in perfetto stile Undici Settembre la narrazione in Computer Grafica 3D spacciata per “vera”, l’anima in stile Coronavirus pur sempre in 3D via Oms & Co. è per videodipendenti.
Cui prodest? In soldoni si è assistito, grazie al servizio detto Pubblico, ad una messinscena a supporto Pandemia a reti omologate in Mondovisione, Stampa & Regime prezzolata che l’ha inventata di in-sana pianta.
E così mentre le attempate sessantottine, a libro paga di Soros & Co., dal ricordo sbiadito gestione della loro “matrice” ugualmente l’odierna regia formato Coppa Italia o la vera essenza del Coronavirus: Grafica 3D per l'appunto come l’Undici Settembre, in entrambi gli eventi uso di omicidi e sangue rituale!

Morale della sceneggiata: educarne uno per educar cento e mille milioni, così da qui alle prossime invasioni extraterrestri, via ologramma Blu beam come già apparizioni dette celesti, un gioco da ragazzi per il goberno mondiale; chip sottocutanei di apocalisse memoria, de-popolamento e libri in ristampa del sulfureo Salgado e sua Genesis, rigoroso bianconero di un modo per pochi eletti stile neo leggi “granitiche” Georgia Guide stone

Napoli - Juventus 0-0 (4-2 Dcr)Highlights 17/06/2020 HD
https://www.youtube.com/embed/QcI09pjjAho&feature=emb_logo


Ps. Lete, sponsor del Napoli, che rima con letale, o meglio letargia, sonno indotto, è quello stesso del Mito : L'opera latina più famosa che ne parla è l'Eneide di Virgilio, nel VI libro, e le anime dei Campi Elisi vi si tuffano quando devono reincarnarsi dimenticando le vite passate, secondo la concezione pitagorica della metempsicosi. Le anime che per fato devono cercare un altro corpo, bevono sicure acque e lunghe dimenticanze sull'onda del fiume Lete (En., VI 714-715). Lete (fiume dell'oblio)

Pss. Mentre linkiamo alla pagina della partita via Rai, esce un "errore" troppo stupido per i nostri gusti, allora alleghiamo a piè pagina le immagini riprese in diretta ier sera con iPhone, e vediamo se si verifica un altro "errore" di debunker

Schermata Napoli-JUve




Potere (paure & ciarle)
Natural + mente nell'incarnazione che qui meglio s'addice, fotografico che pure Potere è quale maleficio sembiante. E dunque dopo gli aspirapolvere venduti nel Sahara, i classici ghiaccioli artici visto anche il tempo, giusto giusto vedere cos’altro se non banane? Dipende il “dove”. Certo la giostra acquisti è tale che viene da ridere, visti da lor signori altro non saremmo (se dotati di vil metallo) che puro tubo: sì di quelli per travaso vino. Plastica.
Senonché immesso nella parte alta, diciamo il liquido alimentare per similitudine, transitato per il pacco intesti + anale li s’arresta putrescente. Tant’è vero che l'evacuazione c’è tutto quanto poi occorre, non di naturale, ma questo o quell’altra magica pillola farmaceutica, e Big Pharama ringrazia.
Ben altro che pistolotto, chi ha orecchio intenda secondo Apocalisse, un po’ come a giorni alterni la neo Divinità incarnata nella OMS, sì avete ben inteso, una ne dice e mezz’ora dopo contrordine compagni (da impallidire la Penelope tela) così ora è manifesto (Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Luca 12. 1) il Pensiero Unico dominate.
Se alle origini era lo Jpg, su le macchinette Olympus anche Tiff da non credere, usato regolarmente, un bel giorno “contrordine compagni” altra volta la giostra degli acquisti impone manu militari il “negativo digitale” formato Raw, da “sviluppare” inseguito come in Era analogica in camera oscura trasmutata alchemicamente in “camera chiara” senza scomodare le baggianate a man salva del prezzolato Roland Barthes. Un po’ come dire virus ed antivirus, nel computer e che avete capito. Di qua il digitale di là analogica parola, amplificata dal mainstream(ing) prezzolato stanziale nel caso Milano da succhiare, avendo c’è bevuto l'amaro calice coronarico e nient'altro più, ma tant’è.
Contrordine compagni e tutti a “sviluppare” i Raw di CaNikon e sodali: Oly & Pana ma pure associata Leica, hanno un motore Jpg formidabile per uscire già in stampa, come la mitica E1 Quattrotezi, dimostrazione oltre ogni ragionevole dubbio a telecomando..
CaNikonisti & Co che, stante a sti signuri, non possono vantare un bel Jpg. Chiacchiere che su la vecchia D20 possibilissimo e godibilissimo: qualcuno che acquista su Getty Images altro Unico Pensiero, il formato, strano che sia è Jpg; che connessioni odierne permetterebbe un (obsoleto?) Tiff un guappo Psd, quella codifica che vi pare, no? No, infatti. E mentre in un lontanissimo passato si vociferava di Jpg2000 avete voi notizia? No perché di sicuro l’inventore, diciamo così, o di altra Loggia massonica, o non rispettoso della giusta mercede (leggasi mazzetta) o non dello stesso Capibastone mafioso: come dite? No così è il cosiddetto Mondo, a telecomando.
Breve ora c’è chi ha ottimizzato il “progresso” alla modesta cifra di Cento $/€ di acqua calda, come una Milano tramontata due metri sotto terra. Quanto è bello il pensate Potere monocratico, no? No il resto è mancia sempre che si parli di fotografia e non di onanismo a tutto spiano!

Jpg formato ridotto

NB. Pshop compari e Lightroom hanno settaggi per molteplici usi, da obsolescente per offset, non si legge più e gli analfabeti di ritorno figuriamoci l’andata, dimostra mirabilmente. E soprattutto per la Rete per di più a costo zero. Bestemmia per la giostra degli acquisti



Fatti ad arte

Niente si crea così incipit di Lavoisier, che insieme all'Occidente tutto arriva secoli dopo quando già stra conosciuto in Oriente. La razionalità cui sempre i tali che vivono di qua degli Urali mettono in campo come (in)utile Mantra: tutto ciò che è razionale etc. Sta poi a sapé cos’è sta “razionalità” .
E da qui il passo agli eventi, diciamo americani, è breve assai, molto. La Minneapolis televisiva di mattanza negra. Ora a parte il fatto che qui parliamo subito dopo di Leica, è innegabile sempre con Lavoisier che nulla si crea ab caso, vale a idre che c’è un piano premeditato alle proteste che viene messo in scena al momento opportuno, e poi ci sono le presidenziali del probabile secondo mandato di Trump. Leica si è accennato, un suo negozio à la page che può essere assimilato a roba come Rolex e nulla più o puro Status Symbol, è stato vandalizzato (mica scemi sti riots) ma che in tutta onestà ci coglie poco. E non tanto per innata avversione alla Proprietà Privata (stupro primigenio altro che Caino e Abele) quanto per la “legge dell’equilibrio" universale. Insomma chi la fa (Capitale) se l’aspetti, così come il buon Mao Zedong ricorda ancora che una rivoluzione non è un pranzo di Gala, leitmotiv più o meno così suona ancora per le strade del Mondo, di uno scontro finale di Civiltà tutta interna all’Occidente-giudaico-cristiano-greco-romano giunto ben oltre la frutta


Leica Store in SoHo Looted During Last Night’s Protests in NYC


Click on image for more

Coronavirus, bella invenzione

Fioretto una volta quei chicchi di grano (si compravano dalle paoline le Suor di San Paolo, altro nomen omen giudaico-cristiano) da mettere in bustina candida bianca sorta di “risparmio” o se memoria sorregge per le anime del Purgatorio: quei della ultima lagrima nella battaglia di Campaldino del Poeta.
Azioni, il fioretto, non proprio alla Wall Street, buone fatte da portare, poi, alla maestra di catechismo: milioni di anni ai tempi dell’Homo Spiritualis et Carnalis. E ne abbiamo riempito granai!
Fioretto in tempi di Burioni, chi. Comitati per la Difesa della Scienza, quando il giorno prima c’era della Razza e annessi Lager, a volte così va la detta storia. Ministero della Verità, in grafica 3D con sede le Nazioni Unite da vil metallo, già scornato con l’Undici Settembre; sono coriacei senza dubbio, ma le prendono pure adesso i satanicucci de borgata, casermoni di trentatré piani. Anzi proprio con fioretto, quella lama da intenditore, che, da ragazzo Anni Sessanta di non si sa quale epoca storica stratificata, ci incantava vedere nostri coetanei (sì, ma molto in alto di gradini, forse anch’essi già trentatreesimi) schermidori. Anche perché chi è portatore di altra visione ottica, ecco, mica può usare gli spadoni di codesti “signuri” nel faccione ridens di un Bill Gates & Melinda consorte a corredo, metti in un consesso Urbi et Orbi ante Coronavirus natu: che bella invenzione


Un secondo angelo lo seguì gridando: «È caduta, è caduta Babilonia la grande, quella che ha abbeverato tutte le genti col vino del furore della sua fornicazione»

Apocalisse 14, 8


Ps1 La schermata del titolo è la risposta, sottoscritta ed inoltrata via e-mail della Lettera Associazione Comilva inviatami
Ps2 Articolo interessante e per nulla "complottardo" quello di Socci su lo stato dell'Arte coronarico corrente
Ps3 Reportage Yankee su l'Italia sotto Coronavirus pre-implementato




Panem nostrum cotidianum da nobis hodie (dacci oggi il nostro virus quotidiano).Ora se prestate orecchio tutto va per il verso giusto. E d’una mano invisibile che prepari il tutto e parliamo di messa in scena: non è la prima volta. Dunque l’antefatto o prologo come vi pare. Allestendo un piccolo still life per un lavoro che più in là si dirà, anche un vecchio Moleskine è della partita con il suol laccio che ne chiude il contenuto. Però chiuso non sta bene, meglio aperto su pagine interne…
fino a mercoledì 29 aprile 2009 tutta la “stampa galattica” parlava di “virus suino”. Poi accade che i “suinicoli” (americani?) non ci stanno e così si decide, che no, i porci non infettano. E allora come fare? Il Mexico e lì, no? Infatti dopo pacata “discussione” nel frattempo le industrie di farmaco, alé, volano nelle azioni al rialzo; a livello OMS (sanità mondiale) e finanche europeo (Repubblica p.7 del 29 a 2009: “La Ue chiamatela nuova influenza, o così si fa confusione”) e il virus però è già mutato: mexi-cano. E dopo il rodaggio iniziale televideo Rai 30 aprile 2009...il virus H1N1 secondo Margaret Chon, direttore generale OMS (Organitation Mondiale de Sanité) ha elevato a 5 il rischio su di una scala che ne conta 6; la “pandemia” è “pronta” e impacchettata”...

”Il finanziamento ai Paesi ammissibili, continua l’istituto internazionale, viene attivato al verificarsi di determinati parametri relativi ai livelli di contagio, al numero dei decessi o alla velocità di diffusione della malattia.

Nel caso in questione, le condizioni indicano almeno 12 settimane di durata – scadenza che sarà rispettata il 23 marzo – un numero di morti nel Paese originario fissato a 2.500 e già superato in Cina, e un numero di morti in altri Paesi di almeno 20, ormai superato abbondantemente in Italia, Iran e anche in Corea del Sud. Non risulta, invece, almeno stando alle dichiarazioni della società di consulenza finanziaria specializzata Artemis (con sede alle Bermude), che la pandemia in quanto tale debba essere dichiarata dalla Oms. La parola finale, però, spetta a una società privata con sede a Boston, la Air Worldwide Corporation, che interpellata da Bloomberg nei giorni scorsi, ha preferito non commentare la situazione. In ogni caso, il via libera alla definizione del cosiddetto covered peril, ovvero il verificarsi dell’evento che fa scattare la perdita dell’investimento, è nelle mani di questa”. Continua a leggere


NB. Anche quando riportato in link non significa affatto che sia oro colato, spetta a chiunque, quindi, ne legga di usare il proprio cervello e farsi di conseguenza propria idea di fatti e circostanze


Ps. L’immagine a corredo è di una “banalità” estrema e ben si adatta alla circostanza virale. E come al solito senza spendere energie la si è scattata sotto casa con una Olympus tuttofare E-20: archeologia senza dubbio. Però il fotogramma funziona. Lab se si dà conto che Coronavirus è nato da una “mescita” alchemica di Conquista che è uno dei Quattro Cavalieri dell’Apocalisse (gli altri sono Guerra, Carestia e Morte) satanica. Su in alto, alla destra, il numero 11, come il famigerato 11 Settembre. Una ragazza dimessa e prona alla messinscena per la Caducità della Vita al pari di marmoree tombe. Tutto con solo due “colori” in Pshop estremamente efficace più di tanti giri di parole, su saracinesca sprangata d'una presunta Peste confezionata per la bisogna



Al di là del muro

A volte si fa fatica a star dietro certuni che scrivono a Web e in lingua “inglese” in sorta di timbro legale: bullshit per l’appunto.
Siamo oramai saturi di “tecnologia” che non serve assolutamente a niente, se non per la giostra che tuttavia perde giri e bulloni, prossima all’implosione. E sì perché il concetto lineare dell’Occidente giudaico-cristiano-romano gli torna dietro: sì avete inteso bene dove. Per il semplice fatto che dal comparuzzo Galilei & Newton frammassone in poi l’ambaradan detto scientifico (Occidente) è giunto al capolinea: un po’ come dire la Fine della Storia per chi intende, per il resto come detto sopra la retta che gira…
E quindi l’opzione Sanson (vero sion?) è pronto in rampa di lancio: alla lettera. E l’Apocalisse è tutt’altro che una opzione, quanto il sipario, o meglio il sudario che il genere uman(oide) si ficchi bene in mente. Ah certo qui si parla di fottografia, una volta con una sola, ecco, consonante effe e di quando Sony faceva tutt’altro prima di acquisire la Minolta; Sr-t 101 e sue mitiche ottiche Rokkor!
Sony is Falling Behind in the Spec War It Started

Man fotografo dal 1969

Ps. Il nostro eterodiretto estensore prezzolato dimentica che le professionali senza specchio esistevano ante Sony full frame e CaNikon: Olympus docet. Certo in formato M 4/3 e come ha dimostrato Panasonic prima con la Gh4 poi 5 videocamere per eccellenza prima di approdare anch’essa al pieno formato Sh1. Un inutile sforzo a “pieno formato” prima del collasso definitivo delle reflex così come le si è conosciute sino ad oggi, che altro non è se non l’aggiornamento (obsoleto) del caricatore Leica di Oskar Barnack: memorie del passato, ante telefonino natu est che dilaga ed impazza con selva di obiettivi premontati come insegna iPhone da ultimo

search
pages
Link
https://www.manunzio.it/diary-d

Share link on
CLOSE
loading