Bianconero? E perché no...Repetita juvant: il bianconero non è una “desatuarazione” men che mai “filtro” alla Instagram et simila. E' una Categoria dello Spirito. Punto. E' Linguaggio fotografico. Doppio punto e anche su la “i”. Giovani leve fatene una ragione, di vita. Ecco. E non si transige: amate il cosiddetto colore? Oh peste vi colga.
Il Mondo, dice qualcuno, è a colori solo che la realtà (?!) in bianconero è. Resta tuttavia il fatto che pur nel taste “corrente” certe immagini bianconero, per l'appunto, si lasciano guardare. E finanche assaporare, se immaginiamo il gusto anelante (movida?) alla McDonald's: intelligenti pauca verba!

Man

NB. A sinistra nella pagina sottostante per vedere i vincitori delle "sezioni" basta un clik su Series e/o Single...
Winners

Occidente all’ultima infiammata crociata




La (mia) civiltà va in fiamme e chi scrive e manovra simboli (con linguaggio fotografico) da più di mezzo secolo le immagini greche, che scorrono a video, sono tutt’altro lì per “caso”. E il buon Aristotele si rivolterebbe nella tomba come tutti i Pensatori dell’Ellade che han edificato, de facto, l’Occidente. Sì questa la cifra e i roghi della “austerità” made Germany in nome sulfureo del Mercato la prova non senza lo zampino dell’Androgino Fondo Monetario Internazionale di “madame” Lagard.
“Il Mondo è fatto di segni e simboli non di leggi e ciarle” l’attribuita epigrafe ad un altro pensatore, forse un po’ fuori mano dal “teatro” o messinscena greca.
E poi Atene mica è città qualsiasi, tant’è vero che anche la Wermacht by Merkel o Quarto Reich sa benissimo, avendo quella nordica cul+tura inventato di sana pianta tutto quanto ha a che fare con l’idea di Grecia, da contrapporre alle Legioni romane occupanti. Ma il tempo come suo si mostra sempre Galantuomo. Anzi un reply di quelle immagini dell’Antica Roma in fiamme morente, qui plastica non solo e non tanto dell’Ellade bensì dell’Occidente, quantomeno del carbonizzante Continente Europa che mutua nome dalla Mitologia greca!

Man


Atene da passeggero su aereo di linea

L’Acropoli avvolta dal fumo


Nb. Esilarante, non certo per i greci, le Prefiche del Corriere già in primissima fila del + Mercato globalista
Grecia, tagli alla Protezione civile nel pacchetto austerità: così è arrivata fragile al «traguardo» europeo

Grecia glielo ha chiesto l’Europa


Ps. A dirla tutta e guardando il Planisfero con morti, inondazioni tsunami e via così di guerre “asimmetriche” si vede chiaro e limpido (per chi intende e il nome della Bestia è 666) che l’Élite globalista e luciferina,(supportata dalle cosiddette sinistre alla Prodi-Dalema-Bersani-Landini-Civati questi della detassazione dei pannolini mestrui delle donne et simila per restare all’italico suolo) dell’ultima Bretton Woods post II° conflitto mondiale in ordine di tempo, perdono di giorno in giorno i loro artigli di sangue. E come la Mafia (!) insegna quando si spara non c’è accordo. Appunto ciò che si vede a video da mane a sera

Pss. Il sinistro tout court Pierluigi Bersani è passato alla “storia” anche con la mitica frase “lenzuolata di privatizzazioni” un Tony Blair in sedicesimo, Gonzales spagnolo e l’aulico Francois Mitterrand transalpino




"Il rifiuto è sempre stato un gesto essenziale. I santi, gli eremiti, ma anche gli intellettuali. I pochi che hanno fatto la storia sono quelli che hanno detto no, mica i cortigiani e gli assistenti dei cardinali... Ho nostalgia della gente povera e vera che si batteva per abbattere quel padrone senza diventare quel padrone... S’intende che rimpiango la rivoluzione pura e diretta della gente oppressa che ha il solo scopo di farsi libera e padrona di se stessa" Pier Paolo Pasolini

Man

Contro la fotografia

Fiat lux



Photo © Michele Annunziata

Scrivere con la luce sembra una banalità al tempo di smartphone et simila. Eppure è proprio così: scrivere la propria visione su l’attuale silicio o per nostalgici l’argenteo film che sarebbe la stessa cosa ma facciamo finta di sì.
Luce quale materia da “plasmare” se si è all’interno di uno studio o equivalente. Viceversa da “interpretare” in daylight o pesta luce, ché al tutto pensa il Direttore della Fotografia, celeste e un po’ gelosetto dei suoi sortilegi solari.
Sia come sia la conoscenza del mezzo (luce) è molto più importante di qualsiasi trappola per topi: silicio o meno

Segni di luce

Man

Ma va?



Epson 850Z point&shoot come tante, anche se le caratteristiche paiono d’una Olympus ritargata. E sensore da due milioni di pixel, giusti e molto taglienti. Iso quattrocento il massimo per una digitale che si affaccia agli anni Duemila.
Notte in campo sportivo per session sonora con luce che spara in macchina. Tempo di otturazione manuale e diaframma f 2.0 alla focale equivalente il classico trentacinque millimetri a passo Leica. Siché le regole canoniche sconsiglierebbe qualsiasi cosa: già dalla macchinetta dilettante della domenica. E invece l’immagine è parte di un intero reportage dell’evento pubblicato a colori, piena pagina, su News cittadino e finanche su la rivista Epson Mondo (cui pure pubblicammo dell’evento annuale cittadino sempre in notturna, mentre per una rivista di imaging dello still life in luce ambiente domestica a pagina intera formato A4)

Regole e per farne cosa poi non è dato. Sì, certo quando si è all’inizio, oh gente qui si parla di linguaggio fotografico e graziadio di fotografia “digitale”. Poi ognuno si sceglie il pacchetto di regole da (non) mettere in pratica meccanicamente. E del unico "pensiero di regole": stesso saerch on Google stesso hamburg etc etc etc. Vabbene lo scriviamo tante di quelle volte. E non a caso e poi, via come manto stradale, appunto, non ci si lamenti degli zombi, esseri ibridi metà smartphone e per l'altra biologici, cosiddetti viventi e pure senzienti(quel tanto che non crei problemi alla giostra degli acquisti) pascolanti le cosiddette metropoli. Tombola!.
Regole e sia e però basta non farsi intruppare, come anzi detto, nelle maglie, calzamaglie molto ma molto avvenenti…da imprigionare più del corpo l’anima, ché questo vuole manu militari il Satanas mercato!

Photography rules are made to be broken (sometimes)

Man


Ps. I Navajo nella tessitura dei loro tappeti non chiudevano mai l’ultimo punto, per non intrappolare l’anima: sarà vero?

Fotografi



Photo © Steve McCurry

Abstract
the Italian Broadcast Television (Rai) in documentary of Steve McCurry speak, and shows his magnificent photos, a great photographer of XX Century

la fotografia è non certo da oggi “bene di consumo” che si può declinare in ogni modo ognuno voglia e con tanto di distinguo. E qui la benemerita Rai, finalmente, ha dato alle onde hertziane, un che di buono e da vedere assolutamente: intanto perché il McCurry del filmato è quello famoso, e non solo, del volto magnetico della ragazza afgana, e se ne parla nel video, ma per il fatto che ci si trova difronte a fotografie di certo “grazia”, e di questi tempi poi...

Rai McCury

Man



search

pages

loading