Mokatar




Dall' e dall' se scass' pur' o metall', letteralmente è l'insistere su qualcosa, il metallo qui è di certa anatomia maschile.
Apple la mela da dove scriviamo con il suo largo monitor, a latere il vetusto iPhone 4 abbandonato (che usiamo) dai figli per altri della serie più “perforanti” sembra il non plus ultra. La corsa, evidentemente per i signori di Cupertino è che anche su le nuovole ci si può scalare (!). Insomma verso l'Infinito e natural + mente oltre. E' la maledizione del “pensiero” lineare inventato dalla tragicomica coppia greco-romana che per noi che stiamo di qua del Mondo (cano che ci ho sotto i piedi del Faletti memoria) ci conforma. Certo che se ricordiamo pure giudaico-cristiana dei pilastri dell'Occidente, come dire: sono uccelli senza zucchero o c...amari. Così è. Se non che nella lotta delle Ur Lodge neofeudali cui si contrappone un Magaldi “progressista”...e lasciamo perdere, dovremmo vedere di guerra che di questo si tratta. E infatti la spartizione della famigerata torta (di potere) che ancora non ci ha inabissati nell'Armageddon, cammina sempre verso il baratro.
Sia come sia tornado a noi fotografi, ecco, qui c'è trippa per gatti per fermarsi un attimino e osservare da discreta distanza ciò che chiamiamo, appunto, Mondo...cano etc. Aria di saturazione, ohh l'hanno capito pure i Gilet Joune che tra poco passate le feste di Natale...allons enfants de la Patrie le jour del glorie est arrivé contre nous le Macron...manchurian candidate Rothshield:

“Apple “tradisce” i suoi fornitori, tagliando ripetutamente gli ordini per le componenti del suo prodotto di punta, l’iPhone, tutt'ora fonte di gran parte delle vendite e dei profitti” così il famigerato Sole24 Ore della Confindustria dell'attuale tipografo da Salerno Boccia

Apple, l’iPhone non decolla: tagli alla produzione e titolo giù

Man


Ps. Repetita juvant: questo Diary parla oramai da otto anni e di “fotografia” come nessuno sa e vuole fare (tengono famiglia) e che ben difficilmente (mai) vi trovate la conta o lunghezza del pixel...mire ottiche e pippe varie. Qui lo sguardo è, se vogliamo, attraverso la “fotografia” naturalmente digitale (più comodosa alla Forattini che ne coniò) allargare il cuore (sede dell'animaccia...) e pure fegato ed altre frattaglie umane, sul Circondario odierno, che non è un bel vedere. Infatti compito o mission (?!) fate vobis del manunzio.it è aprire gli occhi, coperti da spessissime fette di pessimo prosciutto, o forse sarebbe meglio aprire certe anatomie, maschili e femminili per chi intende. E poi fare (volendo) fotografie con più convinzione e per niente omologati, che è la vera tragedia odierna dei tengo famiglia




Era ora che qualcuno…C’è stato un periodo (per tutto c’è un tempo, Ecclesiaste 3.1) che giocavamo (Il gioco e la creatività stanno l’uno accanto l’altro C.G. Jung) con Pshop Pro & Elements che non c’è differenza alcuna (!) per chi intende.
E caricata l’immagine che più ci piace e giocando, di nuovo, con cursori e livelli a perderci più che tempo, testa tante le combinazioni quanto la serie infinita dei numeri. Si vabbè. Poi arrivati alla fine, niente salvataggio (siamo fatti della stessa natura dei sogni W. Shakespeare). Immagine sparita, o mai esistita. E non sappiamo se esercizio Zen o cos’altro: ma non ce ne po’ fregà de meno.
Siché “se l’occhio non si esercita, non vede” l’abbiamo messa a cartiglio l’altro giorno sulla home page, non a caso. Troppa fretta, troppe corse (per morire prima?) di un esistenza che invece di allungare (cui prodest?) si dovrebbe allargare! E allora conviene fermarsi e guardare decisamente meglio, in forma di pre-visualizzazione, quanto allo scatto, c’è sempre tempo: per chi intende. Anche perché in una tasca il telefonino…

Lasciare a casa la macchina fotografica

Man

search

pages

loading