manunzio.it logo



Taja che è rosso


Natural + mente si può vendere ghiaccioli agli Eschimesi (!) non meno che aspirapolvere ai Tuareg (!!) e via di questo passo. A squola per chi intende che errore non è ci ha imparato che la “matematica” serve a ragionare, esclamativo pure qua ad enne Potenza: lato traslato figurato assai e fate come ve pare.
Matematica che fa ragionare: sull’ipotenusa? O su le uova che un distratto a pagamento venditore gli cascano xyz e poi infine, come Iddio vuole, porta le restanti al mercato? E perché mai: 2 + 0 fa due mentre se fate pari calcolo con la moltiplicazione (supplemento rapido dell’addizione) vi restituisce ZERO quando dovrebbe trattarsi di “non luogo a procedere”? E come mai in “matematica” si parte da 0 per arrivare a 9 e per fare 10 si dà 1+0, mentre a squola lo zero (che è contenitore vuoto) non esiste? e per farla breve vi intimano: contate le dita! Eh stamani quante esclamazioni non meno che domande, cosa che sarebbe dovuto terminare, dopo l’epoca evolutiva pisicologica a reti omologate, e invece punto esclamativo.
Ah ecco ci eravamo persi, forse. A squola anche il fattariello che i numeri (ambo terno quaterna?) sono infiniti: verso l’Infinito ed oltre, no? No perché il vizietto è occidentale aristotelico-tolemaico riveduto e scorretto, non foss’altro che la mazza, ecco, dopo espletamento funzionale per rifare ciò che vuole (pia illusione?) una seconda volta pure ha bisogno di un ciclo refrattario: il mare la spiaggia vacanze a telecomando. La mazza ecco: si deve sottolineare la topografie anatomiche precipua con i “distinguo” del caso? Eh che caso…
Panasonic che in tutto questo ci azzecca come cacio sui maccheroni va oltre. Ma un momento e come la mettemo a fulfremagine? Mo’ dicono voci di corridoio che il 4 K nun sta ‘bbene e ce vo’ er 8 K, ma su GH che però non è fulframagine ma (micro) 4/3? Ah deve aver colpito duro la smartfonagine e creato ‘na fifa blu a li produttori del reflechese: c…loro. Ancor più la fotografia è nartra cosa, e siccome semo nel cardo estivo, avessi visto mai un bel melone: prima vo’ magnate fresco fresco poi ce fate ‘na macchina fotografica, tanto che ve frega: a Cè taja che è rosso, no?

Antò fa caldo

Manunzio fotografo sin dal 1969 (ne ha viste di tutti i colori)

search

pages

Share
Link
https://www.manunzio.it/diary-d
CLOSE
loading