Manunzio



Sanpellegrino che aranciata...esagerata

Ammoccamento, colui il qual le "beve" tutte. E così tra una e-mail e l'altra ti arriva la partecipazione a qualcosa di eccitante, proprio così. Oddio non un party "spinto" quanto una selezione di foto. Si dirà:'mbé? Si certo è usuale su social ordinari e fottografici. Infatti qui si parla proprio di fottere colui il quale se l'ammocca...
Breve tu mandaci innazitutto una foto ( e se quelli poi rubano l'idea?) poi sorteggiamo la caramella (già masticata?) e te l'ammocchiamo, la caramella; poi non è escluso che la stessa pur sempre dura...
Sanpellegrino Campaign Brief
Spot Anni Ottanta


Man fotografo dal 1969

Ps. Il compenso è di quelli da far invidia, pari a pochi centinaia di dollari, a fronte di una campagna forse globale, e che una volta cambiati, poco più di pizza e birra con amici. D'altronde lo chiede il Mercato che non vuole noie, meglio deregulation: time is money (per gli altri)

Pss. Il nome Sanpellegrino è tanto l'aranciata che calze e anch'esse forse esagerate!



Dopo più di cinquant’anni di mestiere (mettendoci l’apprendistato precoce già con pantaloni corti Anni Sessanta) diresti essere diventato “cecchino” o ultimo podio in quei social fotografici: expert veteran guru eccetera. Yes I’m a sniper.
Sia come sia l’immagine che qui sta ben dice (anche senza scritta per i cretini a telecomando che non ci vogliono arrivare: tutt’ quant’ so’ buon’ a fott’ diceva in napoletano la nonna e non certo alludeva ad anatomie…) di un possibile Aushwitz libresco. O meglio la suggestione che quel cancello e binari produce. Poi c’è la nebbia a fare il miracolo, altrimenti si scoprirebbe il “trucco” di uno scalo abbandonato e proprio sotto casa: duecento metri più o meno.
Sarà pigrizia (!?) o cos’altro ma mettersi dal “vero” su aereo arrivare sul posto e fare una “fotografia” capirete non è per Manunzio troppo preso ad “inventare”. Capiamoci le virgolette sono l’unico modo per dire: attenzione! A cosa? Al fatto che le parole non seguono più alcun pensiero e/o concetto tanto si sono usurate e rese inutili, non solo, ma con la “realtà” pure virtuale…e ci siamo intesi.
Trucchi della mente: lì dal “vero” qui a migliaia di kilometri il “falso” e Quid est Veritas? E se pare una di quelle cose alla Manunzio, appunto, caschi male paisà non foss’altro che mission del Manunzio è proprio “giocare” sul vero-falso-verosimile come sempre!

Man


Ps.
Mente(nte) participio presente verbo mentire: verosimil + mente via. Ma se la mente già mentisce: che dire ancora?

Pss.
L’immagine qui posta non è della premiata ditta CaNikon, ci mancherebbe. E’ la solita Point & Shoot Olympus Camedia e non altrimenti. Per immagini così oltre ad annusarle per tempo (previsualizzare?) si va leggeri leggeri, e basterebbe già uno smartphone…
“Ecco il mio segreto disse il Piccolo Principe. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi” Antoine de Saint Exupéry

more: Piccolo_Principe.pdf (50.45 KB)

search
pages
Share
Link
https://www.manunzio.it/diary-d
CLOSE
loading