Manunzio


Anatomie

Belle ragazze, fertili. Ma non è questo. Infatti è sul “teatro anatomico” che puntiamo lo sguardo. Inciso e quanto mai azzeccato quel “L'analfabeta del futuro è colui che più dell'alfabeto non conosce la fotografia”. E si può scriverlo: fottografaia. Ben altro che raddoppio vocalico per i distratti a telecomando.
E veniamo al sodo e del messaggio. Impaginato orizzontale, evitiamo rifermenti supini...ci siamo intesi. Sviluppo, quindi, da parte a parte e con gli schermi panoramici tout court , ecco quattro interpreti-modelle-attrici fate come ve pare. Tutte passate per il classico casting statene certi.
Ora la leggiamo, ecco, l'immagine da sx a dx o viceversa? Poco importa una volta capito il gioco. Sicché a destra la giunonica “araba” dal senso più che prosperoso (allattamento seriale) dovrebbe mettervi su la giusta via, ma ne parliamo appress' subito dopo. Stacco o vuoto fra giunonica e delle tre di sinistra che, riempito dalla réclame, le unisce per la messinscena. Tuttavia se togliete la scritta non vi perdette nulla. Tre, eh. Tria sunt perfectionem, no? Pare proprio di si. Stiamo al gioco discreto fascinoso e non meno intrigante.
Continuiamo il gioco che mette (intende?) in scena slip e reggiseni va da sé, armi micidiali di “distrazione” per maschietti, anche se la biancheria è modellata, ecco, per le femmine. In apparenza ben s'intende.

Tre donne ma stavolta leggiamo il gruppo contromano da destra a sinistra che è tutto un programma. La prima dunque da gli occhi a mandorla simbolo d'Oriente. Ora se guardate la mano “morta” dove si posa...certo deve unire sopra (reggiseno) con slip, eppure quelle dita proprio su la gnocca...e cosa sennò?
La seconda modella del trio è una africana de facto: che dire ancora, finis-terrae? Sembra proprio di sì. Vabbene manca quella seduta di carnagione nordica: bianca si sarebbe detta e attenti al politically (in)correct! Ma la poverina, ultima della quaterna, è esatta + mente ciò che i cosiddetti pubblicitari (con tessera da loggia massonica luciferina alla Davos docet) altro non fanno che mettere in scena, per l'appunto, la nuova e futura topografia umana (umanoide, no?) terrestre (in attesa di traslocare armi e molti bagagli sul pianeta dipinto di “rosso” e finiamo qui). Insomma de facto eradicazione della pelle-cultura bianca. Cancel culture non a caso, final + mente.
Oh voi che avete l'intelletti fini mirate cosa s'asconde (non già sotto il velame de li versi strani) bensì davanti “banale” messinscena di belle figliole in mutande e reggiseno. Réclame o anima sulfurea del commercio: mercimonio per caso?

search
pages
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.manunzio.it/diary-d

Share link on
Chiudi / Close
loading