Manunzio


Abuso della credulità popolare

Articolo 661 Codice Penale
(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)




“Chiunque, pubblicamente, cerca con qualsiasi impostura, anche gratuitamente, di abusare della credulità popolare è soggetto, se dal fatto può derivare un turbamento dell'ordine pubblico, alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 15.000.”

La norma in esame è diretta a tutelare l'ordine pubblico, preservando nello specifico la libertà di autodeterminazione e la tranquillità dei consociati, la buona fede della collettività, minacciata da condotte destinate ad abusarne.

Sicché: ai fini della configurabilità del reato sono necessari sia l'impostura, ossia un atteggiamento malizioso diretto ad ingannare e diretto allo scopo, sia l'abuso della credulità popolare, vale a dire l'approfittamento della corritività delle persone a prestare fede a fatti immaginari, derivante da mancanza di cultura, scarsa intelligenza, soggezione o inclinazione superstiziosa. Ulteriore elemento costitutivo del reato è la possibilità che dall'abuso della credulità popolare possa derivare un pericolo per l'ordine pubblico (reato di pericolo), non richiedendo tuttavia la norma che tale pericolo consegua effettivamente.

Infine: qualora tale abuso consista in artifici o raggiri, tesi ad ingannare il soggetto passivo per conseguire un ingiusto profitto, sarà configurabile il delitto di truffa (art. 640)...



...e non aggiungeremo altre panzane di Stampa & Regime con i motori che scaricano propellente dotato di “ottani artistici” però: e proprio lì mentre qualcuno scatta l'immagine: si son messi d'accordo? E quant'altre volte è avvenuto l'apparizione del “fenomeno” artistico? E chi non ricorda il buon latomista Piero Angela circa i cerchi (nel) di grano? Prima e di notte giovinastri mattacchioni con tendenza artistiche: landscape-artist, e non vi fate pagare per questo? Poi venne ,così il buon Angela, di certi animali notturni con “fregola” agraria arraptoria: mai scoperti e/o censiti. Eppure bastava e basta la parola del buon Angela. Infine persone anziane, che notorio dormono poco, che di notte...che artisti sti arzilli vecchietti, peccato che li uccidono anche con il Covid: chi la beve?

Loro signori del vapore sanno bene che le "stelle" cambiano e richiedono, anche manu militari, certi nuovi equilibri planetari!

La spirale racchiude in sé anche il simbolo del Cerchio e del movimento ascendente, altri elementi sacri in varie tradizioni, compresa quella Cristiana. In questo senso, la spirale evoca l'elevazione, l'ascesa spirituale, l'aspirazione verso sfere più alte di comprensione e conoscenza.
Ed evoca il flusso del tempo coi suoi vari cicli di cambiamento: vedi fine globalismo, fallimenti bancari, oppressioni popoli, guerra in Ukraine vs Russia, e da ultima in ordine di "tempistica" Il Sudan...e implosione Amerika Corporation e seguito Ue. Mala tempora currunt sed peiora parantur



Ps. Basta non creare “problema” con le Autorità, dunque, a norma di legge e specie della “scienza” tipo Covid poi il resto...mancia via Stampa & Regime e Burioni vari a libro paga fra i tanti che tengono famiglia, amorale quanto si vuole: sic!



Quando le parole stanno a zero (copyright P. Bersani)

Il circondario è semplice e governato da una unica Legge personalmente identificata nell’Equilibrio, altre parole veramente han più alcun senso, se mai avuto, romanticherie di trippe, panze, piene quando tutt’intorno è spot dietro l’altro per arpionare soldi, da chi ha lacrima facile e memoria evanescente, a fin di bene e “sconfiggere” la Fame indotta.
Pandemici tempi a telecomando svelato non già da complottardi impenitenti: ormai anche un semplice sguardo così, e si è passabili di TSO, internamento forzato a fin di “bene”, altrui.
Il solito Sistema giostrante. Breve se è vero che un’immagime (?!) vale trilioni (causa svalutazione eterodiretta) di parole, e compedio alla Cirannini (sunti di ogni materia e tascabili scolastici) altro che laurea in Economia & Commerci (immondi) senza varcare “sogliole” universitarie: Germania & Cina, sotteso Russia lo scenario corrente antagonista. E l’etichetta merceologica sovrastante è sin troppo esaustiva dei tempi. Mala tempora currunt e Peiora parantur. E siamo appena agli inizi con Settembre dietro l’angolo del fine settimana: cosa vi apprestate o satanicucci de borgata compulsivi di numerologia?
E due non è granché, certo torri/colonne Boaz e Jachin, bene e male...ma il 2 Settembre 1939 la Wehrmacht diede inizio, via Polonia, al Secondo Gran Ballo della Morte in Mondovisione e reti, come sempre, omologate.
Ma soprattutto non fateci trepidare perché non siamo a Caronia (già assurta in passato a "misteri siciliani") e non portiamo alcun anello al naso.
Amen Ra!



Aurum esiziale

È storia che affonda nelle origini dell’Umanità stessa l’icona dell’oro, ed è inutile starci dietro tanto è vasto il repertorio “simbolico” cui anche El Dorato (Uomo dorato) che a squola (niente refuso prego) davano per un certo luogo, quando per gli abitanti dell’America per-colombiana il rito di spalmatura (sorta di Goldfinger alla 007 d’antan) di polvere dorata cerimoniale di iniziazione al culto del dio Sole, forse giù massonico. Egizi antichi a parte e va da sé che la “storia” va riscritta da capo a piedi!
A più modeste cose l’usiamo “sezione aurea” simbolo di perfezione compositiva o più prosaica messinscena, che tutto attaccato è altro senso. Mo’ in Era corononarica a telecomando dopo lo squasso planetario indotto qualche anima candida pensa di lucrarci su (non parliamo dei camici del cognato di Fontana gobernador della Lombardia, no) sputtanando ancor più un Brand con la maiuscola: Leica.
E dite: chi oserebbe andare in giro con simile strumento (a prendere foto?) “placato” oro se dinanzi una plausibile folla ne “placca” tipo rugby l’irresponsabile? Mala tempora currunt sed peiora parantur



TTArtisan Unveils a Gold-Plated 35mm f/1.4 Lens for Leica Aficionados
https://petapixel.com/2020/08/03/ttartisan-unveils-a-gold-plated-35mm-f-1-4-lens-for-leica-aficionados/



Oliviero Toscani, un provocatore seriale

Il notorio personaggio nonché ex fotografo a ruota libera ne mena un’altra delle sue bravate, ultima in ordine di apparizione, quando tempo fa a radio, accusava i Veneti di essere “tutti ‘mbriachi” salvo poi aggiustare la boutade. Al cambio odierno il Toscani nazionale (sempre osannato e glorificato da sinistra) se ne esce con: “ma a chi interessa che caschi un ponte”. E questi è ovviamente il Morandi, dove l’ha scampata insieme con il figlio: bisogna aggiungere altro? Lo sprezzo di Casta una volta sarebbe terminato sotto casa. Mala tempora currunt sed peiora parantur

La frase detta in radio dal fotografo ('A chi interessa il crollo di un ponte'?) ha fatto infuriare tutti. E monta l'hashtag #anointeressa



Ante Europa voto

Per voler e dall’alto dei “cieli” quel latino (immagine sopra) così su dollaro americano: ma gli inglesi cosiddetti non parlano “inglese”. A dirla tutta fate un passettino indietro, ai tempi de li romani che decidono d’hanna in Britannia a trovar stannum, lo stagno a piene mane già nel Mediterraneo. Ma Cesare il primo che ci provò, si trovò l’esterrefatto Primus pilus che disse: “A Cè ‘ndo hai detto che dovemo hanna?”. Poi lo stesso Cesare si convinse (ravvide?) della cosa brutta un po’ come Troisi&Benigni moderni Totò e Peppino in “Non ci resta che piangere” e si tirò indietro all’ultimo istante e de piglià li britanni…ma “Alea jacta est” l’aveva pur sempre già pronunciato: tacci sua!
Sembra na cosa da poco ma il morente Impero de Roma con la scusa dello stagno nordico (dicono i sacri testi di “storia” che serviva a fa il bronzo ma fa più rima…) consegnava la staffetta a li barbari, che poi qualche tempo dopo in veste di pilgrim (ennesima storpiatura inglese, e non ultima, dal latino per-agri o attraverso i campi, e il mare Atlantico visto da lontano sembra proprio "a big field" oops ager!) su le barche, dopo Cristo-fero** Colombo; sì “colomba” da Babilonia…sbarcarono gli “inglesi” agli “antipodi” per chi intende.
Insomma la barzelletta dell’Amerika (k as killer) Piri Reis carte nautiche o meno, grazie al “fratello” Cristobal Colon (altra variante nome e tutt’altra storia) su commissione da pronunciarsi con forte cadenza sicula, di Isabella di Castiglia (Cattolica di Vaticano Spa) e consorte (latino cum+sorte pari sorte o insieme che dir si voglia) diedero mandato manu militari di incominciare l’eradicazione degli Indiani d’America per creare ex novo la “terra promessa” il Nuovo Mondo o corrente America way of life.
E se poi qualcuno s’intestardisse a ritenere le cose anzidette “complottarde” si quieti: don Gianni Baget Bozzo “socialista” in Vaticano ai tempi di Benito Craxi, intervistato dal grande uomo di Giuliano Ferrara sul catodico, riferì che la Beagle on America flag, altro non è che l’Aquila calva dell’Apocalisse!
E terminato il sermone complottardo (complottista by CIA depandance del Mossad stars and stripes) il video di Giulietto Chiesa. Sì certo all’epoca ante ’89 o caduta Muro berliniensis era su libro “mastro” del Kgb così le malelingue…Forse

NB. Nel farneticante vaniloquio la Spectre (spettro, nomen omen!) afferma che l’ebraismo, sinosimo madame sionismo, è parte del programma del Nuovo Ordine Mentale: de gustibus. Tuttavia “signora” studi la storia europea: siamo de facto da millenni multiculturali e multilingue, e nei momenti bui dalla fine dell’Impero romano ci univa, pensi un po’, il latino dei dotti ed anche di Mammasantissima Chiesa. Il Mossad non è più quello di una volta: mala tempora currunt!

** fero, fers, tuli, latum, ferre verbo latino: portare, manifestare, pretendere, condurre, fare, ottenere, depredare...

Chi vuole distruggere gli Stati europei?
Chi vuole più Europa

Man fotografo sin dal 1969


Ps. In America Terra Nova o in Winland (!) ci arriva quasi mille anni prima Erik il rosso Vichingo, probabilmente non della stessa “obbedienza” di Colimbo/Cristobal Colon che ne diede “imprimatur” al Nuovo Mondo (Nuovo Ordine Mondiale ante Bretton Woods o terra promessa ai sionisti). E bisogna aspettare un altro “fratello” Amerigo Vespucci a dar nome America: strano la festa nazionale Yankee sempre il 12 (12 Apostoli) Ottobre (10° mese o 5+5) 1492 ( a numeri 1-4-9-2) di ogni anno. Festeggiamenti per l’italiano Colombo (Babilonia) e non già, metti caso, George Washington primo “fratello” presidente della giovane nazione, che parla “inglese”







Redde rationem Capa!

Vox clamat in deserto: e noi cosa diciamo? Neanche postato da qualche giorno che un altro (buontempone?) va all’assalto del “mitico” Bob Capa: mala tempora currunt! Casomai la normale “manutenzione” della cosiddetta Storia che se la scrivono chi vince, finché dura. Ma caduta da tempo Yalta o della spartizione del Terraqueo solo gli angloameri + cani non si fan capaci nelle loro eburnee torri Ur Lodges neofeudali. Eppure la ruota della vita-storia gira e male li colga per tutte le sofferenze causate, al sangue degli innocenti: redde rationem sembra risentire il furbo San Paolo!
Nient’altro da aggiungere se non che a breve poi la seconda parte di un’altra famosa immagine “capese”

Debunking the Myths of Robert Capa on D-Day
Capa a Omaha Beach


Man fotografo sin dal 1969


Ps. Immaginate il giorno (perché viene oh se viene) che crolla il Iovine-Gastel..."pensiero" poveri minchiapixellisti e tecnici radiofonici a complemento bacia pile!

Pss. Nella nostra "modesta" libreria fotografica (al netto della sezione fatta mettere su alla Biblioteca Nazionale in Potenza) c'è posto anche per "Slightly out of focus" edito da Contrasto che una volta, guarda caso, distribuiva Magnum Agency, comunque un polpettone indigeribile scritto (!) dal nostro Bob Capa, e se il buongiorno si vede dal mattino...

Tota mulier in utero (torturatrice a capo Cia)



In mezzo le gambe (cui traggono identità di cosiddetto genere) via. Infatti quando il mainstream(ing) da mane a sera infinocchia il pubblico teledipendente, su le virtù salvi + fiche della donna-danno-dominio, la mena di brutto. E sì perché quando è l’uomo (represso masturbati nel cesso o muori sui cantieri?) a compiere una qualsiasi cosa, è il solito “maschio”. Viceversa o il 69 se pari scelleratezze le compie il diavolo del focolare (!) shhh state ‘bbone e la notizia sparisce dai radar: ne soffrirebbe la giostra degli acquisti.
Fuor di metafora l’uomo è biologicamente un assassino, e sia anche se alcuni poi ci mette una patch al sistema operativo umanoide, ma la donna lo frega quanto efferatezza da non dirsi. Dice maschilista? Grazie un po’. Tuttavia chi era il comandante, per restare ai giorni correnti, la capa di Abu Ghriab (edificio neanche a dire poi abbattuto come se, cadute le mura, nessuno ricorda più a quel luogo d’infamie, che i soliti teledipendenti pure han già dimenticato) una “donna” dagli occhi chiari lo sguardo truce e volitivo a nome Karpinski, macellaia dei prigionieri iracheni.
Adesso poteva mancarne? Certo che no, siché dopo Pompeo (?!) una con gonnella ai vertici! Conclamata torturatrice e delle proteste americane in streaming lì sott’occhi in Mondovisione.
Brava Dea Madre, se questa è “parità” di sessi luciferini: che dire? Ciò che diciamo e scriviamo da sempre, vale a dire che l’uomo&donna (maschi e femmine è altra cosa) sono la stessissima cosa, più ancora nel maneggio del potere. L’uomo per mezzo di questi incula, la donna se lo fa “appoggiare” per arrivare al Potere. Solo che questo è aggravato dal fatto di essere uterino: teledipendenti da non immaginarsi. Infatti…mala tempora currunt

Man


Un torturatore diventerà direttore della Cia?

Usa, Gina Haspel è il nuovo capo della Cia, la prima donna controversa per il suo coinvolgimento nelle torture

NB. Se è costretta a dirlo pure…Repubblica

Scandalo di Abu Ghraib

Stupri, botte, acqua gelata le torture di Abu Ghraib


Iraq, degradata generale Janis Karpinski per gli abusi nel carcere di Abu Ghraib
search
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Accetta
Accept
Rifiuta
Reject
Personalizza
Customize
Link
https://www.manunzio.it/diary-d

Share on
/

Chiudi
Close
loading