search

pages

C’è qualcosa di nuovo, anzi d’antico



Pascoli e suo Aquilone me ne ha fatte versare lagrime ora al sol pensiero viene nodo alla gola, eh impenitenti romantici. Forse. Ancora umani sicuro. Tuttavia c’è Urbino ventoso stamani che spira al colmo del Capoluogo, fuori Porta San Gerardo (la prima porta delle quattro canoniche, sebbene qualche storico dice pure più, per importanza di quello che è stata la cinta muraria fortificata di Potenza) e dove c’è ancora lo stesso forno di quando andavamo a prender pane con la neve alta, di una volta e altra dimensione Spazio-tempo.
Fornaio al suo lavoro e dietro porta seduta una ragazza/donna con bimbo pasciutello in braccio a succhiar latte materno! Paisà da non credere davanti alla scena: che dire? Una mamma sicuramente affaticata seppure con contegno a tenere il bimbo in braccio allattarlo e poi andare in giro senza manco passeggino: una Mamma eroica! Vedete di quanto ne scriviamo a proposito di donne? Questa tuttavia ha mantenuto intatto le sue prerogative di femmina partner paritario del maschio: chapeau!

Man

Ps. Ho dovuto insistere perché la mamma accettasse almeno un biscotto per il suo amore verso il figlio dal nome inglese à la page, prontamente messo a disposizione del fornaio

Il primo giorno di libertà




Inaspettato tempo con bel sole e gambe pare mosse di “propria” sponde, mentre il resto del corpo rimane da altra parte; ordinaria routine da un trentennio in qua suddiviso in “indizioni “. Vera e propria segregazione costretto dietro “invisibili” sbarre della cosiddetta realtà fattuale o più ancora “razionale”che con il tempo si è imparato a riconoscere. E se ne è venuti fuori, così sotto il sole squillante di un sabato di Maggio d 2018. Novemila passi, tanto è il tratto en plein air di prosaici sette kilometri di bordo fiume Basento dalle acque che riverberano di altri tempi:
Anni passati a prendere pugnalate alla schiena senza sosta, ma si è ancora qui al sole “tornati a riveder le stelle“ “signora” Giuseppina Rosaria Rofrano & Vito Viggiano in quel di Rimini. Il Tempo è Galantuomo anche dopo quasi quarant'anni


Man


Ps. Il prezzo della libertà pagato sino ad usura, immaginato da "signori & signore" invincibili, adesso se ne chiede conto ed interessi

search

pages

loading